Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Presidenziali-Ucraina-d6a845b6-84a3-4378-921a-adbd984b6e20.html | rainews/live/ | true
MONDO

Ballottaggio presidenziali

Exit-poll ​Ucraina: Zelensky vince con il 73,2%

Il presidente in carica Poroshenko ammette la sconfitta

Volodymyr Zelensky dopo il voto (Ansa)
Condividi
Il presidente ucraino uscente, Petro Poroshenko, incassa la sconfitta alle elezioni presidenziali ma promette che non lascerà la politica.

Poco dopo la pubblicazione degli exit poll che gli assegnano solo il 25% dei voti, Poroshenko ha riconosciuto la sconfitta  e si è congratulato con il suo avversario,
Volodymyr Zelensky. Gli exit poll assegnano all'attore comico, un movizio assoluto della politica, che ha basato l'intera campagna elettorale sulla lotta alla corruzione, oltre il 73% dei voti. 

I sondaggi "sono evidenti e mi danno tutte le ragioni per telefonare al mio avversario e congratularmi con lui", ha detto Poroshenko ai suoi sostenitori. "Accetto questa decisione, lascio l'incarico ma voglio sottolineare con fermezza: non abbandono la politica". Le elezioni politiche in Ucraina sono previste per la fine di ottobre.

Zelensky ha promesso ai concittadini che non li deluderà: lo ha detto nelle prime battute rivolte ai sostenitori, radunati nel quartier generale della sua campagna elettorale, subito dopo la pubblicazione dei sondaggi sulle dichiarazioni di voto all'uscita dei seggi. "Vi prometto che non vi deluderò mai".

"Abbiamo raggiunto questo traguardo insieme", ha aggiunto Zelensky commentando i risultati. Rivolgendosi in particolare ai cittadini degli altri Paesi dell'ex Unione Sovietica, il comico ha detto: "Guardateci, tutto è possibile!".

Zelensky ha poi affermato che l'impegno 'numero uno' del suo mandato sarà quello ottenere il rilascio del marinai ucraini e dei prigionieri di guerra. "Il nostro obiettivo primario ora è il ritorno di tutti i prigionieri, i prigionieri di guerra, i nostri marinai. Farò di tutto per ottenerlo", ha detto nella sua prima conferenza stampa dopo il voto, nel suo quartier generale. "Continueremo il processo di Minsk, lo rilanceremo", ha proseguito, rivolto ai giornalisti riferendosi agli accordi di pace firmati a febbraio 2015 sotto gli auspici di Kiev, Mosca, Parigi e Berlino. Zelinski si è anche impegnato a ottenere un vero cessate-il-fuoco nel Donbass.

Il commento di Mosca
"Gli exit poll mostrano che i cittadini ucraini hanno votato per il cambiamento. La nuova leadership ora deve capire e realizzare le speranze degli elettori. Questo naturalmente vale sia per gli affari interni che per quelli esteri", ha detto il vice ministro russo degli Esteri, Grigory Karasin, all'agenzia di stampa Ria Novosti.
Condividi