Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Privacy-Facebook-cambia-e-semplifica-per-garantire-gli-utenti-dati-personali-2223f022-0e41-4e5a-b405-c5ca7f621e5b.html | rainews/media/ | (none)
TECH

Dopo Cambridge Analytica

Privacy: Facebook cambia e semplifica per garantire gli utenti

Un post dei due vicepresidenti della società inizia a mettere in pratica quanto annunciato da Mark Zuckerberg, sarà possibile una gestione più semplice e immediata dei dati personali

Condividi
Facebook cerca di “reagire” alla bufera Cambridge Analytica, che sta mettendo in crisi il principale social network mondiale, con nuovi e migliori strumenti per garantire la privacy degli utenti. L’annuncio arriva da un post firmato dai vicepresidenti Erin Egan ed Ashlie Beringer, che provano a dare concretezza agli annunci dei giorni scorsi da parte del fondatore, Mark Zuckerberg, introducendo alcuni strumenti per gestire in modo più semplice i propri dati personali.
 
Si semplifica la gestione dei dati personali
I dati sulla privacy diventeranno più semplici da trovare e gestire. E sarà più intuitiva anche la procedura per verificare quali dati sono nelle mani di Facebook per scaricarli o, se si desidera, cancellarli. "Abbiamo capito chiaramente - si legge nel post nei due vicepresidenti - che le impostazioni sulla privacy e altri importanti strumenti ora sono difficili da trovare e che dobbiamo fare di più per informare le persone. Per questo - continuano i due manager - oltre a quelli già annunciati da Mark Zuckerberg, faremo altri passi nelle prossime settimane per consentire agli utenti di avere controllo sulla propria privacy". Alcuni accorgimenti avranno ancora bisogno di una fase di sviluppo, ma "gli eventi dei giorni scorsi sottolineano la loro importanza".
 
Ridisegnato il menu per la privacy
Facebook ha ridisegnato il menu delle impostazioni sulla privacy. Se prima le impostazioni erano sparse in diverse sezioni, adesso saranno raggruppate in un unico "luogo digitale" riservato alle "Informazioni personali", con un design più pulito e quindi più facile da leggere. Sarà possibile vedere quali post sono stati commentati o pubblicati e decidere se cancellarli. Nella voce "Ad preferences", Facebook spiegherà quali dati sono usati a scopo pubblicitario, e anche in questo caso, permetterà agli utenti di scegliere tra opzioni diverse, più o meno restrittive. Le impostazioni sulla privacy riguardano anche la visibilità dei post (solo agli amici o a tutti) e la possibilità di attivare un'autenticazione "a due fattori" (significa che per accedere all'account non bastano password e mail ma un'ulteriore verifica). Non si tratta di nuovi servizi, quanto di opzioni fino a ora poco visibili.
 
Possibile cancellare i vecchi post
Tra le novità più significative c'è la sezione "Access Your Information" (Accedi alle tue informazioni"), in cui l'utente si troverà davanti a una schermata con accesso diretto ai contenuti, divisi per tipologia (ad esempio post, commenti, eventi, gruppi, App). Entrando si potrà esplorare ciò che è visibile su Facebook (e a Facebook), e decidere di cancellarlo "dalla propria timeline o dal profilo". Anche se non è chiaro se i dati saranno semplicemente resi invisibili agli altri utenti o anche a Facebook. Con pochi click l'utente potrà, in ogni caso, scaricarne una copia. Nelle prossime settimane, spiegano Erin Egan ed Ashlie Beringer, Facebook modificherà anche termini di servizio e politiche sui dati. Aggiornamenti che riguardano "la trasparenza", mentre altre novità sono attese a breve, soprattutto sulle restrizioni ad applicazioni e utilizzo di dati gà annunciate da Zuckerberg.
Condividi