Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Prix-Italia-2014-il-nuovo-concorso-web-come-cambiato-dal-98-ad-oggi-Tutte-le-novita-03c0ff3b-7794-4516-9684-826f81c64eba.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

20-25 settembre

Prix Italia 2014, il nuovo Concorso web: com'è cambiato dal '98 ad oggi. Tutte le novità

Cambiano le categorie del concorso Web, la valutazione e le regole di partecipazione

Condividi
Il Concorso Web del Prix Italia è nato nel 1998, quando Internet stava muovendo i suoi primi passi. Il Prix ha, quindi, scommesso sin dal principio sulla convergenza dei media, sugli streaming audio-video e sugli archivi online e in questi 16 anni ha raccolto e premiato la punta avanzata dell'innovazione della radio e della tv sul web, di pari passo con l'affermarsi  di Internet e della sua penetrazione nelle nostre vite  quotidiane. 

Le novità
Quest'anno, e questa è la novità, il Concorso Web è stato profondamente rinnovato: cambiano le due categorie del Concorso. 
La prima categoria premia la migliore esperienza trans-mediale orientata a un pubblico di giovani adulti: questa categoria diventa così uno showcase di strategie significative che i broadcaster stanno sviluppando per rivolgersi al pubblico giovanile. 
La seconda categoria premia il migliore storytelling digitale. Questa categoria consente al Concorso Web di intercettare un'altra importante tendenza del panorama attuale: la "migrazione al Web" di format tradizionalmente radio-televisivi e/o della carta stampata, come documentari, reportage o fiction.

La giuria
La giuria assegnerà inoltre un eventuale Premio Speciale "per un progetto di straordinaria innovazione/creatività", tra tutti i progetti concorrenti. 

La valutazione cambia
Un altro cambiamento riguarda il processo di valutazione, selezione e premiazione dei programmi in concorso. Per la prima volta, la giuria renderà nota, nella prima metà di settembre, una short-list dei 5 migliori progetti in ciascuna delle due categorie previste dal Concorso. I responsabili dei progetti selezionati saranno invitati a Torino al Prix Italia, e potranno presentare e quindi difendere il loro lavoro davanti alla giuria e al pubblico. I finalisti della categoria "Migliore esperienza trans-mediale", presenteranno i loro lavori al Museo della Radio, nel pomeriggio di mercoledì 24 settembre. Il giorno successivo, 25 settembre, un analogo dibattito sarà dedicato ai finalisti della categoria "Migliore story-telling digitale".

Le regole di partecipazione
Cambiano anche le regole di partecipazione, ecco le novità: per la prima volta il Concorso Web è aperto anche a concorrenti diversi dai membri tradizionali del Prix Italia. Negli ultimi anni la produzione audio/video sul web infatti è cambiata moltissimo: ai broadcaster tradizionali si sono affiancati, online, media producer, produttori e distributori di servizi over-the-top, giornali e agenzie di stampa, istituzioni sociali e culturali.

Il Concorso Web da quest'anno è aperto al confronto tra tutti gli attori della convergenza tra piattaforme e contenuti online. Il Prix Italia vuole quindi valorizzare e premiare l’eccellenza della produzione audio e video ovunque si trovi: oggi sul Web al pari della Radio e della Televisione. 
Condividi