Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Prix-Italia-sul-podio-l-Europa-la-supremazia-e-dei-paesi-nordici-7cc0d56b-4c05-49f7-8ee2-6627aba50a62.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

67esima edizione

Prix Italia, sul podio l’Europa: la supremazia è dei paesi nordici

Germania e Gran Bretagna si portano a casa molti premi; nel podio anche la Corea del Sud con una fiction sul dramma di una bimba strappata alla famiglia durante l’occupazione giapponese. Nella categoria Radio due sezioni senza vincitori

Condividi
di Benedetta Bidini C’è molta Europa sul podio del Prix Italia, edizione 67. Come nei precedenti anni la supremazia è dei paesi nordici, Gran Bretagna, Germania, Svezia si portano a casa molti premi. Al vecchio continente va anche il Premio Speciale del Presidente della Repubblica Italiana dedicato al programma in concorso che meglio promuove la parità di genere: ha vinto l’emittente austriaca ORF con un documentario che racconta le sfide della maternità da prospettive molto differenti tra loro. Tra i premiati anche l’Oriente con la Corea del Sud e il Nord America con il Canada.

Categoria Tv
Tra i programmi premiati il musical “Il nostro matrimonio greco” dell’inglese Channel 4. “Un programma attuale, appassionato e arguto. Una televisione coraggiosa e originale” ha spiegato la giuria che ha premiato il musical nella sezione Rappresentazioni artistiche nelle Performing Arts.
Per la fiction è la coreana Kbs che sale nel gradino più alto con “Sentiero innevato” sul dramma di una bimba strappata alla famiglia durante l’occupazione giapponese della Corea. Ed è ancora la guerra al centro del racconto che si aggiudica il premio Documentario culturale e di interesse generale della sezione Documentario Tv: vince la Germania con “1989-L’ultima estate dietro la cortina di ferro” di Zdf.

Categoria radio
Doppietta canadese ma anche premi per Svezia, Germania e Russia. Sul podio sale la Rd tedesca con “Bunyah”, “una narrazione intensa, coinvolgente e profondamente umana e ottimista” il commento della giuria. Il premio per il programma su ogni genere musicale per un vasto pubblico va alla Rtr russsa mentre il Canada vince per l’Opera originale della sezione Radio drama. Due sezioni sono senza vincitori: è accaduto tra i Reportage in cui la giuria ha ritenuto che le opere fossero da collocare piuttosto nella sezione Documentario e per quanto riguarda la categoria Adattamento radiofonico.

Web
Per il miglior storytelling digitale vince la Bbc con Footballers United. La miglior esperienza transmediale premia un sito che aiuta a difendersi dalla rete mentre il premio speciale per l’innovazione va a In Limbo di Arte France.

I nuovi premi
Unanimità per il vincitore del nuovo premio per le coproduzione televisive internazionali: ha vinto il documentario d’inchiesta sul traffico illegale di rifiuti elettronici pericolosi. “La tragedia elettronica” che la Tve spagnola ha prodotto con Arte France, Al Jazeera English e Televisiò de Catalunya. Al Canada il nuovo premio per i formati radiofonici con la docu-fiction  “Movies in your head” .
Condividi