ECONOMIA

Addio al vecchio contrassegno

Rc Auto, arriva il contrassegno elettronico. Risparmi in vista

Buone notizie per gli automobilisti italiani. I premi medi sono scesi ancora di oltre il 20% in un anno. A settembre gli italiani hanno pagato mediamente 511,44 euro. La regione in cui si paga di più è la Campania, quella in cui si paga di meno è la Val d'Aosta

Il contrassegno tra un poco sarà solo un ricordo
Condividi
Mancano pochi giorni all’entrata in vigore del contrassegno elettronico dell’Rc auto. Dal 18 ottobre, infatti, non sarà più obbligatorio esporre il vecchio contrassegno sul parabrezza della macchina. Un risparmio per le compagnie che potrebbe portare a premi più bassi per gli automobilisti. Secondo i calcoli di Facile.it, infatti, la dematerializzazione del tagliando farà risparmiare alle aziende circa 100 milioni di euro. Una buona notizia, dunque, che potrebbe dare un'accelerazione ulteriore alla discesa dei prezzi dell'Rc Auto, avvenuta nell'ultimo anno.

In questo senso i dati per i consumatori sono incoraggianti. Secondo i numeri del periodico Osservatorio RC Auto di Facile.it e Assicurazione.it, a settembre 2015 il costo medio di una polizza auto è stato pari a 511,44 euro: l’11,18% in meno di sei mesi fa e addirittura il 20,55% in meno rispetto a settembre 2014.

La regione che da settembre 2014 a settembre 2015 ha visto scendere maggiormente i premi RC auto è la Campania, con una riduzione pari al 39,27%, con un premio medio di 801,72 euro, comunque ancora il più alto d’Italia in termini assoluti. Alle sue spalle per il calo dei prezzi si trova la Puglia, con una riduzione del 33,15% e un premio medio di 629 euro (il terzo più caro del Paese). Se invece guardiamo all’importo delle polizze, la seconda regione con i prezzi più cari per assicurare l’auto è la Calabria dove, nonostante un calo annuale del 27,75%, si è registrata una media di 646,04 euro. Le regioni in cui assicurare i veicoli costa di meno sono risultate la Valle d’Aosta (con premio medio di 333,67 euro), il Friuli Venezia Giulia ( premio pari a 352,76 euro) e il Trentino Alto Adige (premio 362,96 euro).

L'introduzione del tagliando economico porterà dei vantaggi anche sul piano della sicurezza, dato che la validità dell'assicurazione sarà verificata dalle forze dell'ordine direttamente dalla targa dell'autoveicolo. "Oltre che al risparmio economico immediato - afferma Mauro Giacobbe, amministratore delegato di Facile.it -  un effetto di lungo periodo sarà la maggior tutela dei cittadini più onesti e la limitazione dei casi di incidenti in cui vengono coinvolte auto senza copertura"
Condividi