Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Raffaele-Bonanni-addio-alla-Cisl-segretario-generale-dal-2006-b38e2e04-f2b9-485d-b3ae-a221c4deaf62.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Domani convocati i vertici del sindacato

Bonanni, da Bomba alla guida della Cisl. La parabola di un sindacalista

Nato in provincia di Chieti 65 anni fa, ha iniziato l'attività sindacale nel 1972

Condividi
Raffaele Bonanni si appresta a lasciare la segreteria della Cisl. Per domani sono stati convocati i segretari regionali e confederali e, secondo quanto riferiscono fonti sindacali, sono attese le dimissioni del leader, alla guida del sindacato di via Po dal 2006. Il mandato sarebbe scaduto fra sei mesi ma Bonanni avrebbe deciso di anticipare il passo indietro. Il segretario generale aggiunto Anna Maria Furlan potrebbe prendere il suo posto.

Nato a Bomba, in provincia di Chieti, il 10 giugno 1949, Bonanni ha iniziato l'attività sindacale nella sua regione d'origine, nel 1972, come operatore sindacale, dopo aver frequentato il 'corso lungo' al Centro Studi Cisl di Firenze.  Bonanni ha vissuto poi una lunga esperienza alla guida di importanti strutture territoriali, regionali e di categoria della Cisl. Nel 1981 è segretario generale della Cisl di Palermo e, successivamente, nel 1989, è stato eletto segretario generale della Cisl siciliana. In quegli anni difficili si è battuto contro le infiltrazioni della criminalità negli appalti e nella vita pubblica, divenendo uno dei protagonisti della 'primavera di Palermo'. Nel 1991 è stato chiamato a guidare la Filca, la categoria degli edili della Cisl, che associa circa 250 mila iscritti. E' stato vice presidente della Federazione Europea delle costruzioni (Fetbb).

Bonanni entra il 16 dicembre 1998 nella segreteria confederale della Cisl, quando alla guida c'era Sergio D'Antoni. E' stato riconfermato segretario confederale nei congressi della Cisl del maggio 2001 e del luglio 2005. Si è occupato in questi anni di mercato del lavoro, formazione professionale, trasporti, infrastrutture e politiche per il Mezzogiorno, partecipando con un ruolo propositivo alla stesura del 'Patto per l'Italia del 2002'. E' stato eletto segretario generale della Cisl il 27 aprile 2006. Consigliere del Cnel dal 7 luglio 2006 (VIII Consiliatura), è stato riconfermato nella attuale, IX (2010-2015).
Condividi