Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ragazzo-aggredito-con-acido-chiesta-per-Martina-e-Alex-la-perizia-psichiatrica-94cbb44d-8a74-4ae2-9981-1c68273840c9.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Milano

Aggredito con l'acido, rito abbreviato e perizia psichiatrica per Martina e Alex

Il processo è stato aggiornato al 10 febbraio per gli esami su Martina Levato e Alexander Boettcher

Martina e Alex
Condividi
I giudici di Milano, accogliendo le richieste della difesa, hanno stabilito che Martina Levato e Alexander Boettcher, arrestati per l'aggressione con l'acido al 22enne Pietro Barbini, saranno processati con rito abbreviato condizionato ad una perizia psichiatrica su entrambi. Il conferimento ai periti sarà effettuato nell'udienza fissata per il 10 febbraio.

Rito abbreviato
Sia la difesa della studentessa bocconiana che quella del broker hanno chiesto, infatti, il giudizio con rito abbreviato (a porte chiuse e che prevede lo sconto di un terzo sulla pena) condizionato ad una perizia psichiatrica. Richieste accolte dai giudici della nona sezione penale. Il pm Marcello Musso si era opposto alla perizia, ma i giudici hanno fissato un'udienza per conferire l'incarico a medici e psichiatri per gli accertamenti sulla capacità o meno di intendere e di volere al momento dei fatti della ragazza e del suo amante.    

Inoltre, la difesa della studentessa aveva chiesto di condizionare l'abbreviato anche ad una serie di accertamenti sui tabulati telefonici e sui messaggi anche via chat scambiati dalla ragazza con Barbini e con altre persone. Altra istanza ammessa dai giudici. Gli accertamenti verranno effettuati dalla stessa difesa che poi depositerà una relazione. La difesa di Boettcher, invece, ha chiesto e ottenuto l'acquisizione di un video di una telecamera che ha ripreso immagini in via Giulio Carcano, dove è avvenuta l'aggressione, e, in particolare, tra il civico 19 e il 21. Si torna in aula, dunque, il 10 febbraio per conferire l'incarico della perizia psichiatrica e un termine per gli accertamenti.

Pietro è grave in ospedale
Pietro Barbini, studente di Economia a Boston, è ricoverato dal 28 dicembre al reparto grandi ustionati di Niguarda. Le sue condizioni restano molto gravi, è stato sottoposto a tre interventi chirurgici per salvare la vista dell'occhio destro e per ricostruire il viso devastato dall'acido.
Condividi