Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Raggi-ogni-sindaco-solo-mi-confermo-voto-7-e-mezzo-afc6321d-b9ca-4ffb-a6f0-ec1f5b864635.html | rainews/live/ | true
POLITICA

La sindaca di Roma ospite de L'Arena su La7

Raggi: mi confermo voto 7,5. Primi 6 mesi molto duri

La prima cittadina della Capitale: sui rifiuti non ho chiesto aiuto, non c'è un'emergenza

Condividi
"Se confermo il voto di 7 e mezzo che mi ero data? Lo confermo, perché noi continuiamo a trovare cadaveri dietro ogni porta". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi intervistata da Massimo Giletti a 'Non è l'arena' su La 7, ricorda, tra le altre cose, durante la trasmissione, di aver approvato il bilancio entro i termini.

Raggi ha rivendicato il no alle olimpiadi del 2024 spiegando che la Capitale "ulteriori debiti non se li può caricare" citando "le Olimpiadi di Rio" e altri casi. 

Primi mesi molto duri
"I primi sei mesi sono stati molto duri - ha risposto durante l'intervista -. Se mi sono sentita sola? Noi siamo una squadra ma ogni sindaco è solo. Poi, detto questo, ci si fa la corazza e si va avanti. La più grande soddisfazione? Tante, già aprire un asilo nido... A Roma poi abbiamo fatto un Capodanno molto bello. Le persone erano contente di potersi riappropriarsi della propria città. Faremo un altro evento del genere".

Dopo l'sos degrado di Lino Banfi, Raggi ha risposto: "Stiamo lavorando, la città è grandissima. Facciamo il massimo e faremo ancora di più". A Giletti che la sollecitava sulla necessità degli amministratori di riconoscere i propri errori Raggi ha risposto: "Io penso di aver chiesto scusa in mondovisione...".

Sull'ex capo del personale Raffaele Marra, Raggi ha risposto alla domanda su cosa la avesse convinto di lui dicendo: "Aveva un curriculum di tutto rispetto". 

Non mi ricandido ma continuerò a lavorare per Roma
"Non mi ricandiderò ma continuerò a lavorare per il bene della mia città", spiega la sindaca della Capitale. "Il mio lavoro ha un costo molto alto, la vita privata viene compressa, vedo poco mio figlio, i miei amici, ma questo si sapeva".

Se non in linea con programma via altri assessori
"Sicuramente ci sono state anche delle scelte che non sono state felici. Finché gli assessori si riconoscono in quel programma, bene; altrimenti se non lo sono più o se ne vanno via loro o li caccio io, e lo farò ancora se serve a realizzare il nostro programma".

Rifiuti, "non ho chiesto aiuto, non c'è emergenza" 
"Non c'è un problema emergenziale" dei rifiuti a Roma. "E non ho chiesto io aiuto. Il problema non è emergenziale ma strutturale del Lazio dopo la chiusura della discarica di Malagrotta nel 2013, la più grande d'Europa. Il Lazio non ha più avuto un sito".dice Raggi. "Io non ho detto nulla, non ho il potere di dire all'Ama dove portare i rifiuti, sarebbe una interferenza contro la legge", sottolinea. "Siamo in campagna elettorale, quando la regione Lazio vuole muoversi lo fa". 

Approvata delibera per 600 nuovi bus Atac in 3 anni
Venerdì in Giunta abbiamo approvato una delibera per acquistare da qui a tre anni 600 nuovi autobus. Noi, gli 'incompetenti'. Grazie ai 'competenti' abbiamo trovato un'azienda che doveva circolare con 1.800/2.000 bus al giorno e ne uscivano mille. Noi li abbiamo portati a 1.200, è ancora poco, però ci stiamo lavorando". sostiene la sindaca di Roma. Alla domanda su dove prenderà i fondi il Campidoglio, Raggi ha risposto: "In parte all'interno del nostro bilancio, risanando, e poi collaborando proficuamente con molti ministri, tra cui Delrio". 
 
Condividi