Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rai-Cinema-al-71-Festival-di-Locarno-con-4-film-e-un-documentario-7e13ffca-e0ca-4a24-a715-72c480d6c3b8.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Va in scena la 71a edizione

Festival di Locarno, Rai Cinema presente con 4 film e un documentario

La rassegna si svolge dal 1° all'11 agosto

Locarno, Piazza Grande
Condividi
Quattro film e un documentario coprodotti da Rai Cinema al 71° Festival di Locarno, in programma dal 1° all'11 agosto.

A gareggiare nel Concorso internazionale il nuovo film di Alberto Fasulo, 'Menocchio', prodotto con Nefertiti Film. Al centro della storia il dilemma etico del protagonista, vecchio mugnaio di un piccolo villaggio fra i monti del Friuli, in un'Italia di fine 1500, quando la Chiesa cattolica affronta la sfida della Riforma protestante. Nel 2013 Fasulo ha diretto il suo primo lungometraggio di finzione, 'TIR', con cui ha vinto il Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film all’8a edizione del Festival Internazionale del Cinema di Roma. Nel 2015 il regista friulano ha presentato a Locarno fuori concorso 'Genitori', un toccante film documentario sulla disabilità.

In competizione nella sezione Cineasti del presente c'è il film di Leonardo Guerra Seràgnoli 'Likemeback'. Protagoniste tre giovani amiche - interpretate da Angela Fontana, Denise Tantucci e Blu Yoshimi - che festeggiano la fine del liceo con una vacanza in barca e condividono ogni momento sui social, inconsapevoli che questo cambierà le loro vite per sempre. Il film, una produzione con Nightswim, Essentia e Indiana Production, è il secondo lungometraggio del giovane regista romano, dopo il raffinato 'Last summer', presentato nel 2014 al Festival internazionale del film di Roma, nella sezione "Prospettive Italia". Attualmente, Guerra Seràgnoli è impegnato nella scrittura del suo prossimo film, da 'Gli Indifferenti' di Alberto Moravia.

Nella sezione Piazza Grande il film di Duccio Chiarini 'L'ospite' con Daniele Parisi, Silvia D’Amico, Anna Bellato e l’amichevole partecipazione della cantautrice Thony. È la storia di Guido, convinto di avere una vita tranquilla fino a quando, in un pomeriggio d’inverno, un imprevisto arriva a turbare la sua relazione con la fidanzata Chiara. Prodotto con Mood Film, il film racconta, da un divano all’altro, le disavventure di un uomo in cerca d’amore. 'L'ospite' è il secondo lungometraggio di finzione di Chiarini, dopo 'Short Skin - I dolori del giovane Edo' (2014), sviluppato all'interno di Biennale College Cinema.

Sarà a Locarno anche Costanza Quatriglio per presentare Fuori concorso il film 'Sembra mio figlio', una produzione con Ascent Film, secondo lungometraggio di finzione della regista dopo 'L'isola', presentato a Cannes nel 2003. Nel film le vicende di Ismail che, sfuggito alle persecuzioni in Afghanistan quando era bambino, adesso vive in Europa con il fratello. La madre, che non ha mai smesso di attendere notizie dei suoi figli, oggi non lo riconosce. Ismail andrà incontro al destino della sua famiglia facendo i conti con l’insensatezza della guerra e con la storia del popolo Hazara, cui appartiene. Il film esce in Italia dal 20 settembre.

Infine, presentato Fuori concorso il documentario 'My home, in Libya', opera prima di Martina Melilli, prodotto con Stefilm e Zdf, in collaborazione con Arte. Partendo dalla storia di Antonio e Narcisa, due dei 20.000 italiani costretti ad abbandonare la Libia nel 1969, in seguito al colpo di Stato di Gheddafi, la regista racconta il senso di appartenenza ai luoghi, la memoria individuale e collettiva e come questa lavori sui ricordi.
Condividi