Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rapporto-Antigone-Carceri-troppo-affollate-un-detenuto-su-tre-in-attesa-di-giudizio-7477b683-cf3e-4ab5-8a4f-35e3b5b41176.html | rainews/live/ | true
ITALIA

725 detenuti in 41 bis e 14 jihadisti

Rapporto Antigone: carceri troppo affollate, un detenuto su tre in attesa di giudizio

"Oltre i tre metri quadri", il rapporto dell'associazione Antigone sullo stato degli istituti penitenziari italiani. Il 34,8% dei detenuti è in attesa di giudizio

Condividi
Un tasso di sovraffollamento al 100,8%, che tiene ancora lontane le nostre carceri dal rapporto uno ad uno tra posti letto e detenuti. E' uno dei tanti numeri, dell'annuale rapporto Antigone, sullo stato degli istituti di pena, quest'anno intitolato "Oltre i tre metri quadri". 

I detenuti presenti al 28 febbraio 2015 erano 53.982, di cui il 32% stranieri. Al 31 dicembre 2013 erano invece 62.536.

Ad oggi sono dunque 8.554 in meno rispetto a fine 2013. Questo calo, sottolinea Antigone, "non è tuttavia servito a risolvere completamente il problema del sovraffollamento: i posti regolamentari in tutte le carceri del Paese sono infatti 49.943 secondo il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap). Il tasso di affollamento si aggira quindi intorno al 100,8%, ovvero 108 detenuti ogni 100 posti letto".

"Se si tiene conto delle detenzioni transitorie - si legge nel documento - il tasso di sovraffollamento potrebbe salire al 118%". Sono poi circa 4.200 i posti inutilizzabili per manutenzione.

I reati
L’Italia è tra i Paesi più sicuri al mondo con un tasso di 0,9 omicidi ogni 100mila abitanti, addirittura al di sotto della media Ue. Gli omicidi in Italia sono diminuiti dell'11,7%, le rapine del 13% e i furti dell'1,5%.  E' però ancora alto il dato sulla custodia cautelare, il 34,8% dei detenuti non sono condannati in via definitiva.  Sono stati 9 i suicidi dall'inizio dell'anno e 44 i detenuti che si sono tolti la vita nel corso del 2014. Numeri, superiori alla media europea.

Nelle nostre carceri sono inoltre detenuti 14 combattenti jihadisti. 

I braccialetti elettronici
Sono duemila circa i braccialetti elettronici in uso oggi. Il loro noleggio costa 2,4 milioni di euro, la movimentazione logistica dei braccialetti 2,9 milioni, la centrale operativa, le reti di trasmissione e le segnalazioni 3,7 milioni.

Il 41 bis, il carcere duro
"Nelle carceri italiane, il numero complessivo di detenuto sottoposti al regime duro del 41 bis è pari a 725 e, secondo quanto dichiarato dall'amministrazione penitenziaria, sarebbero 14 i detenuti accusati o condannati per terrorismo internazionale jihadista". Dei 648 condannati per associazione di tipo mafioso, 210 sono i membri di cosa nostra, 294 quelli della camorra, 135 quelli della ’ndrangheta e 22 quelli della Sacra corona unita.
Condividi