Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Referendum-indipendenza-in-Catalogna-vince-il-si-con-81-per-cento-arturo-mas-f4ba304e-b04c-46ac-a940-edae2f5eb50d.html | rainews/live/ | true
MONDO

Consultazione solo simbolica

Referendum simbolico per indipendenza in Catalogna, vince il 'sì' con l''81%

Scrutinate quasi tutte le schede. La consultazione organizzata dai militanti indipendentisti. Hanno potuto votare anche immigrati e giovani dai 16 anni in su. Il leader catalano Arturo Mas: "Successo pieno,". Il ministro della Giustizia spagnolo: 2 milioni al voto inutilmente

 

Helena Rakosnik al voto (moglie del leader catalano Arturo Mas - LaPresse)
Condividi
Barcellona Sicuramente è stato inutile dal punto di vista pratico, forse utile dal punto di vista simbolico. Il voto in Catalogna, sebbene a votare non sia andato un milione e mezzo di persone rispetto al 2012, ha sancito che la regione vuole l'indipendenza dalla Spagna. L'80,72% degli oltre 2 milioni di catalani che hanno partecipato al referendum simbolico sull'indipendenza (in Catalogna 7,5 milioni di abitanti)  ha votato 'sì' a quasi il 90% dei voti scrutinati. La consultazione, organizzata dai militanti indipendentisti - e a cui hanno potiuto votare anche immigrati e giovani dai 16 anni in su - ha soltanto un valore simbolico e Madrid la considera un esercizio inutile. L'alta percentuale di 'sì' si spiegherebbe col fatto che a mobilitarsi sono stati quasi esclusivamente gli indipendentisti. I votanti sono stati circa un terzo degli aventi diritto.

Il leader catalano Arturo Mas parla di 'successo pieno' e aggiunge che è stato fatto 'un passo gigantesco'. "Abbiamo dimostrato di poter decidere il nostro futuro". I catalani - ha aggiunto Mas - "hanno dato una lezione di democrazia". Ma per il quotidiano El mundo, Mas vende come grande successo una finzione democratica e chiede un vero referendum. Per il ministro della Giustizia spagnolo, i due milioni di persone che hanno votato, lo hanno fatto "inutilmente e senza alcun risultato".

A votare è andato anche l'attuale allenatore del Bayern Monaco, ex del Barcellona F.C, Pep Guardiola. Dopo aver fatto la fila per votare nel seggio allestito alla Fondazione Cic, in via Augusta, Guardiola ha ribadito il suo sostegno al movimento indipendentista: "Molta gente vuole essere ascoltata e, politicamente, quello che va fatto è ascoltarla", ha assicurato l'allenatore, partito ieri da Francoforte per partecipare alla votazione. "Non ho potuto assistere alle tre ultime manifestazioni in Catalogna perché stavo lavorando fuori", ma questa volta ce l'ha fatta, ha assicurato davanti ai microfoni di radio e tv. 
Condividi