Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Renzi-Senegal-torna-su-questione-migranti-Non-rinunciamo-a-salvare-vite-in-mare-51db8099-e0c5-4bda-b07a-80a1e17c5b90.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

In Senegal la Terza e ultima tappa del viaggio in Africa

Renzi in Senegal torna sulla questione migranti: "Non rinunciamo a salvare vite in mare"

Condividi
Senegal Terza e ultima tappa del viaggio in Africa del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Oggi è stata la volta del Senegal dove, a Dakar, il premier ha fatto una sorta di bilancio della sua missione e, parlando agli studenti dell'università Ukad 2, è tornato sui temi dell'immigrazione.

"Per affrontare il problema - ha detto - serve una strategia per i prossimi anni e l'Italia farà tutti gli sforzi per salvare i popoli in mare. Siamo onorati di essere umani e il nuovo umanesimo vuol dire non permettere più alle persone di morire in mare. Al tempo stesso dobbiamo fare qualcosa insieme per dare ai giovani possibilità di lavoro". Poi ha ribadito l'impegno dell'Italia per aumentare i fondi della cooperazione internazionale. Dopo tanti anni riteniamo necessario che l'Italia sia presente in Africa, è inutile dire aiutiamoli a casa loro se poi non investiamo nella cooperazione. La metà della popolazione qui ha meno di 18 anni, c'è bisogno di un investimento sulle nuove generazioni e per questo ho parlato di un uovo umanesimo e di valori".

Altro tema affrontato è stato quello del terrorismo e della sicurezza: "L'Africa sta affrontando delle sfide importantissime. E' difficile avere una posizione banale rispetto ai valori per cui dobbiamo avere la capacità di prendere dal nostro passato qualcosa che è importante per costruire un futuro diverso, che è possibile. E allora - ha continuato -  quelli sulla sicurezza sono investimenti importanti, ma dobbiamo dare la giusta attenzione al fattore culturale e quindi dobbiamo donare ai giovani che decidono di uccidere delle alternative valoriali. Dare denaro all'educazione, dare la centralità alla questioni relative ai giovani.
Condividi