Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Renzi-firmiamo-decreto-su-rinnovabili-da-9mld-in-20-anni-704e9eff-f2d9-4680-848d-ba5c8f46e84e.html | rainews/live/ | true
POLITICA

"Stategia verde"

Renzi: "Oggi firmiamo decreto su energie rinnovabili da 9mld in 20 anni"

"C'è una strategia verde di questo Governo e di questo Paese. Abbiamo firmato l'accordo di Parigi non perché faceva figo ma perché è un pezzo della nostra strategia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Palazzo Chigi con l'ad di Eni Claudio Descalzi e l'ad di Enel Francesco Starace, sul futuro delle rinnovabili e dell'energia.

Condividi
Una "strategia verde" del Paese, con il governo che mette 9 miliardi in 20 anni sulle energie rinnovabili e le principali aziende del Paese, Eni ed Enel, chiamate ad "orientarsi" in questa direzione. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi presenta così l'impegno dell'esecutivo sulle rinnovabili, in attuazione dell'accordo Cop21: "Abbiamo firmato l'accordo di Parigi non perchè faceva figo, ma perchè è un pezzo della scommessa di questo Paese".

In conferenza stampa a palazzo Chigi con Eni, Enel e Terna, Renzi spiega: "Abbiamo aspettato la fine delle polemiche sul referendum sulle trivelle e delle polemiche sulle amministrative per presentare il lavoro di squadra che questo governo intende fare, partendo innnazitutto dalle aziende. Eni ed Enel sono la prima e seconda azienda del Paese per lavoratori e fatturato: hanno ingegneria e innovazione tali da essere leader a livello mondiale, ma hanno contemporaneamtne la possibilità di partire a livello territoriale nel nostro Paese".

Tuttavia "la produzione di rinnovabili non è efficiente senza una rete distributivfa. E allora Terna avrà modo di illustrare i 4 miliardi di investimenti nei prossimi 4 anni sul tema che appartiene alla competenza specifica di Terna". Per il governo interverranno anche il ministro dell'ambiente Galletti e quello dello Sviluppo Calenda che "firmerà un decreto da 9 miliardi di euro nei prossimi 20 anni sulle rinnovabili". Dunque "c'è una strategia verde di questo governo e di questo Paese alla quale chiamiamo ad orientarsi tutti i partner pubblici e privati".

 "Vorrei fosse chiaro il messaggio per gli italiani: le migliori tecnologie e competenze sulle rinnovabili stanno nelle aziende italiane. Il pianto e la lamentazione tradizionale per cui non siamo in forma e in prima linea sulle rinnovabili deve finire. Perché numeri e innovazioni ci permettono di dire che siamo all'avanguardia sui contatori digitali, l'innovazione e la gestione del futuro delle energie. Dovremmo essere orgogliosi di ciò che stiamo e stanno facendo". Ha concluso Matteo Renzi.
Condividi