Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Renzi-in-Ghana-dice-che-Ue-lontana-dai-valori-dei-suoi-padri-fondatori-ed00f3d7-6d47-4828-8193-07ec3602d3ab.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Il viaggio in Africa

Renzi in Ghana: "L'Ue è lontana dai valori dei suoi padri fondatori"

Da Accra, capitale del Ghana, il premier lancia nuovamente un monito all'Ue: sui migranti "serve una strategia non le polemicucce".  E poi: "L'Africa viene spesso considerata non una opportunità, ma un problema, in particolare sull'immigrazione. Ma noi siamo impegnati per cambiare la direzione in Europa" ha detto parlando davanti al parlamento ghanese. Quella di oggi è la sua seconda tappa del viaggio in Africa (ieri la Nigeria, domani il Senegal, ndr) 

Condividi

"L'Europa sembra molto lontana dai valori dei padri fondatori. L'Africa viene spesso considerata non una opportunità ma un problema, in particolare sull'immigrazione. Ma noi siamo impegnati per cambiare la direzione in Europa". Con queste parole Matteo Renzi dà un nuovo affondo all'Europa. L'occasione è il suo intervento davanti al parlamento ghanese, seconda tappa della sua tre giorni in AFrica. "Abbiamo bisogno - ha detto- di una nuova visione del mondo che si concentri nelle capacità, creda nella dignità umana e investa nelle nuove generazioni. L'Italia e il Ghana credono negli stessi valori e noi sappiamo che la vostra forza è la nostra forza". Il presidente del Consiglio ha quindi insistito che "l'Europa deve investire in Africa e dare un messaggio alle nuove generazioni".

"Dramma migranti, fermiamo insieme il traffico di esseri umani"
Da Accra, capitale del Ghana, Renzi torna anche sul dramma migranti. "Combattiamo il traffico di esseri umani, non incentiviamolo- ha detto davanti al Parlamento- abbiamo più di mille persone incarcerate per questo in Italia. Allo stesso tempo diamo un messaggio come italiani e come ghanesi: se lavoriamo insieme possiamo creare un mondo nuovo". "C'è una campagna di demagogia populista contro gli interventi di salvataggio in mare da parte degli italiani e degli europei, forse avrò perso consenso - ha aggiunto- ma preferisco perdere quello che rinunciare a salvare le persone in mare. L'unico modo per fermare il traffico esseri umani è lavorare insieme e creare delle opportunità, l'Ue deve investire qui e dare un messaggio per i giovani che devono crescere in Ghana". Mai, ha avvertito, "dimenticare gli essere umani: la dignità umana è la cosa più importante del mondo".

Il monito all'Ue: "Serve una strategia non le polemicucce"
"Se vogliamo risolvere il problema dell'immigrazione serve una strategia di lungo periodo non polemicucce da quattro soldi" ha detto il premier, ribadendo che "è finito il tempo in cui l'Europa ci dice cosa dobbiamo fare: noi diamo a Bruxelles venti miliardi e ne riceviamo undici. Vogliamo lavorare,  ma non prendiamo lezioncine".

"Qui Eni ha firmato accordi fino al 2036"
"Per noi l'Africa è una grande opportunità in termini di cooperazione allo sviluppo che stiamo potenziando e anche in termini di investimenti. L'Eni ha firmato qui in Ghana accordi fino al 2036 e per il nostro settore agroalimentare ci sono grandi occasioni". Così il premier Matteo Renzi sottolinea, al termine del suo intervento davanti al parlamento ghanese, gli investimenti delle imprese italiane "grazie ad una strategia di medio-lungo periodo che abbiamo avviato in Africa"

Condividi