CULTURA

Gaeta

Rileggere la storia della Marina borbonica

Presentato il volume dello studioso agrigentino Salvatore Carreca

Un particolare della copertina del volume
Condividi
Presentato a Gaeta (Latina) il volume di Salvatore Carreca "Il Reggimento Real Marina-la 'Fanteria del Mare' del Regno delle Due Sicilie (1735-1861)”.

Edito dalla milanese Magenes, il testo dello studioso agrigentino ripercorre il racconto del Reggimento Real Marina, primo corpo di “marines” della storia, la cui fondazione risale a Carlo di Borbone re di Napoli (dal 1734-1759), e che caratterizzò la vicenda di oltre un secolo del Regno, fino alla caduta di Gaeta nel 1861.

Nella prefazione curata dai giornalisti e scrittori Nicolò Carnimeo e Michele Pacciano si legge che "..il libro nasce dalla passione dell'autore per la rievocazione storica e per l'approfondimento di fatti che spesso vengono misconosciuti dalla pubblicistica ufficiale. In questa ricostruzione, che non manca certo di fonti e approfondimenti documentari, viene ricostruita con dovizia di particolari la vita di un reggimento che segnò davvero l'apogeo e la decadenza di una grande dinastia come quella dei Borbone di Napoli. Quello di Carreca è un quadro a rilievo in cui la storia si lega alla microstoria, piccoli aneddoti di oscuri soldati si mescolano alle vicende di grandi ammiragli, guardando soprattutto alla psicologia delle persone in guerra e degli uomini di mare. Battaglie, inseguimenti e abbordaggi che farebbero invidia a Salgari, ma che qui sono storia vera e documentata. Un saggio che serve a non dimenticare, preservare la memoria e perizia marinaresca napoletana che oggi naviga ancora con il Vespucci…”.
Condividi