Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rimini-divieto-di-balneazione-per-escherichia-coli-e-enterococchi-d3eaf742-ba11-45c9-8ae7-10c966792b97.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Sforamento parametri dopo i controlli dell'Arpae

Rimini, divieto temporaneo di balneazione per Escherichia coli ed Enterococchi

Il divieto è temporaneo, e riguarda 13 punti del litorale di Rimini, due a Riccione, due a Cattolica

Condividi
Divieto di balneazione temporanea in 13 punti del litorale di Rimini, due a Riccione, due a Cattolica per lo sforamento dei parametri di legge di Escherichia coli e Enterococchi. I marinai di salvataggio questo pomeriggio hanno issato le bandiere bianche e rosse per indicare il divieto di balneazione temporanea. Ieri l'Arpae ha fatto i prelievi nelle acque di balneazione lungo la costa emiliano-romagnola, come previsto dal calendario programmato e stabilito dalla Regione Emilia-Romagna. Oltre ai 13 punti del litorale riminese, il divieto riguarda anche due zone a Lido di Volano (Ferrara), uno a Savignano, uno a Cesenatico e uno San Mauro, nella provincia di Forlì-Cesena.

"Una prima lettura delle analisi a 24 ore dall'allestimento - spiegano gli esperti Arpae - ha permesso di evidenziare in data odierna il superamento dei limiti normativi in 18 acque di balneazione". Lunedì era già presente il divieto di balneazione in gran parte del litorale riminese a causa dell'apertura degli scarichi a mare delle acque fognarie dovuta alle piogge persistenti di domenica. I prelievi sono stati ripetuti oggi e se i parametri domani rientreranno nella norma, la balneazione non sarà più vietata. 
Condividi