Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rio-2016-Usain-Bolt-sempre-il-re-dei-100-metri-1247efa3-3ce3-4f73-a568-3bc999d77680.html | rainews/live/ | true
SPORT

Come da pronostico la gara degli uomini jet

#Rio2016. Usain Bolt è sempre il re dei 100 metri

Sul podio Justin Gatlin, che prova la sorpresa, e il canadese De Grasse. Per 'Lightning Bolt' è il terzo oro olimpico nella specialità, il settimo complessivo. Punta a chiudere con nove. "Questo è per te Giamaica, alzati... questo è per il mio popolo", ha urlato ai suoi tifosi dopo la gara

Condividi
I 100 metri sono ancora regno di Usain Bolt. Il giamaicano a Rio in 9"81 (in semifinale aveva ottenuto 9"84, anche lì il miglior tempo) mette in fila Justin Gatlin (9"89) e Andre De Grasse (9"91). Lo statunitense, come da programma, esce dai blocchi a palla di cannone e prova a sorprendere tutti. Bolt non parte bene e riprende la testa solo negli ultimi metri, più tardi di quanto non abbia abituato e con un tempo decisamente più alto del primato mondiale (9"58) o del successo di Londra (9"63). Il giovane canadese (21 anni contro i 29 di Bolt e i 34 di Gatlin) si prende il podio bruciando l'altro giamaicano Yohan Blake (9"93) e il sudafricano Akani Simbine (9"94).

"Questo è per te Giamaica, alzati... questo è per il mio popolo", ha urlato 'Lightning Bolt' rivolto verso gli spalti dove erano assiepati i tifosi del suo Paese. Terzo oro olimpico nei 100 (dopo Pechino e Londra), settimo complessivo (a Pechino e Londra ha vinto anche 200 e staffetta 4x100), punta decisamente alla tripletta anche a Rio: "Qualcuno dice che posso diventare immortale. Ancora due medaglie e posso firmare: Immortale", dice a caldo nel dopogara. Ha già annunciato che queste non sono le sue ultime gare, ma sono le sue ultime Olimpiadi. Per cambiare idea ci sono quattro anni di tempo. Intanto ribadisce: "Sono le mie ultime prove ai Giochi. Per questo mi sono tolto le scarpe: voglio conservarle".

Appare soddisfatto anche Justin Gatlin. "Ho fatto il meglio possibile. Essere qui ancora competitivo a 34 anni e sul podio sono tutti elementi che mi fanno stare bene", dice ai microfoni Rai.

          
Condividi