Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Rivoluzione-RaiFiction-Yentob-Bbc-Dobbiamo-essere-curiosi.-In-Italia-troppo-intrattenimento-f17e198e-070e-45d2-8b15-845c3b164e64.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

Prix Italia 66

Yentob (Bbc): "Dobbiamo essere curiosi. In Italia troppo intrattenimento"

Rivoluzione RaiFiction, serie televisive per i giovani con un linguaggio brillante e innovativo: è la scommessa del direttore Eleonora Andreatta. Alan Yentob (Bbc). "Il canone è una somma ben investita". La presidente Rai Anna Maria Tarantola, parlando di Rai Way, ricorda che "la quotazione avverrà entro l'anno"

Alan Yentob
Condividi
di Carlotta Macerollo Rivoluzione targata RaiFiction. La svolta porta la firma del direttore Eleonora Andreatta, che vuole rinnovare le serie televisive, renderle più appetibili per i giovani con un linguaggio più moderno. Sul web (grande protagonista della 66a edizione del Prix Italia) è stato lanciato anche un bando a cui possono partecipare tutti, con format da 50 minuti dai titoli attenti al sociale e ai valori civili e culturali.

Alan Yentob, Bbc: "Dobbiamo essere curiosi"
Protagonista del Prix è stato anche il direttore creativo della Bbc, Alan Yentob, che ha parlato di tv e nuovi media. "In Italia ci sono molti programmi di intrattenimento rispetto agli altri paesi, in Gran Bretagna questi programmi vengono trasmessi solo al sabato sera - ha detto Yentob - e questo può determinare una certa ripetività nei format". "Per creare prodotti di successo bisogna avere immaginazione e osare - ha proseguito - In Inghilterra, ad esempio, una riedizione di una serie di Sherlock Holmes ha avuto un grande successo. Oggi il quadro è cambiato e non è detto che la ripetizione di un modello fortunato abbia successo".    

"Il canone è una somma ben investita"
"Il canone - ha aggiunto - è una somma che appare ben investita se si guarda alla qualità che la Bbc mette in campo. Il pubblico per questo è disposto a pagare e sono in pochi quelli che non evadono e solo due o tre finiscono in carcere ogni anno".  "La domanda però- ha proseguito-  oggi è: fino a che punto i singoli governi continueranno a credere nel servizio pubblico e a investire?".  Yentob ha spiegato che "il modello produttivo sta cambiando. Se negli anni passati la Bbc mandava in onda solo programmi propri, oggi il 48-50% dei contenuti è frutto di produzioni indipendenti con un'impronta imprenditoriale". "Un'altra grande novità - ha aggiunto - è l'arrivo di attori diversi dalle emittenti di servizio pubblico, come Amazon, Apple e Netflix, che sono disposte a investire molti soldi per realizzare serie, creando maggiore concorrenza".

Tarantola: "Quotazione RaiWay entro l'anno"
Il presidente Rai, Anna Maria Tarantola, si è detta ottimista sul processo di quotazione di RaiWay, fondamentale per rimettere in sesto i conti della tv pubblica,
dopo una semestrale che, seppure con un risultato netto in sostanziale pareggio, ha fatto registrare una perdita di 78 milioni euro, per gli effetti del taglio di 150 milioni di euro deciso dal governo Renzi. "Stiamo lavorando - ha detto a margine di un convegno al Prix Italia - l'azienda ha un percorso che sta seguendo e credo che sia possibile in questo momento, proprio per l'impegno che viene dato, ritenere che per fine anno l'operazione possa andare in porto".
 
Condividi