Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Roma-la-Genesi-vista-da-Antonio-Nocera-0005e1db-5842-4b37-b94a-d0784e9a9480.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

Arte e spiritualità

Roma, la Genesi vista da Antonio Nocera

Nella Biblioteca Angelica, a Roma, il 25 ottobre verrà presentato "Genesi - Libro d’Artista" del pittore e scultore napoletano 

Condividi
Nella cornice della Biblioteca Angelica a Roma, il 25 ottobre alle ore 18, verrà presentato il Libro d’Artista Genesi del maestro Antonio Nocera. Interverranno Gian Maria Fara (presidente Eurispes), Louis Godart (Accademico dei Lincei), Nicola Graziano (magistrato), Monsignor Vittorio Formenti (Canonico basilica Santa Maria Maggiore in Roma) e Monsignor Maurizio Priscolla (Rettore chiesa Spirito Santo dei Napoletani in Roma). L’evento, a ingresso libero, gode del sostegno di Nero LifeStyle, Nero Art, Nero Champagne e Il San Lorenzo Ristorante. Sarà l’occasione, partendo dall’opera dell’artista, per un’interessante dissertazione sul bisogno d’arte e spiritualità in una società che sembra sempre più tesa al materialismo.

Antonio Nocera, artista napoletano dalle mille patrie, anima errante per vocazione, è pittore ma anche scultore e incisore. Nella sua carriera artistica lunga oltre 50 anni, ha realizzato preziose opere istituzionali in Italia e all’estero, ha collaborato con importanti enti internazionali e ha partecipato alla Biennale d’Arte di Venezia nel 2011 e nel 2013. I suoi lavori traggono ispirazione dai miti, dalle leggende, dalle favole e dai testi sacri, e mettono al centro aspetti cruciali riguardanti l’umanità tutta, dal diritto alla libertà e alla casa, al bisogno di giustizia e spiritualità. Spesso, nelle sue opere, grande rilievo ha la figura femminile perché, come afferma l’artista, “la donna è emblema non solo di grazia e bellezza, ma della vita stessa”.

"Genesi - Libro d’Artista" è un pregiato volume, a tiratura limitata, realizzato su carta puro cotone 100% della Cartiera Magnani di Pescia, con copertina e contenitore in piena pelle sul cui piatto è posta una scultura in bronzo patinato, fusione a cera persa, realizzata dall’artista. La prefazione dell’opera è del vescovo emerito Claudio Stagni. Il volume, che riporta il testo originale della Genesi dell’Antico Testamento, consta di 240 pagine e contiene 43 tavole a due colori firmate dall’artista. Nei disegni realizzati a matita sanguigna, si incontrano vari personaggi biblici resi dall’artista con tratti decisi e allungati, paesaggi arborei dall’aspetto incantato, a metà tra paradiso e bosco delle favole, eleganti o teneri volatili che attestano l’inizio della creazione o la ripresa dopo il diluvio, e angeli dall’area malinconica ma rassicurante, incorniciati morbidamente dalle proprie ali.
Condividi