Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ruby-bis-la-sentenza-appello-riduce-le-pene-a-Fede-Mora-e-Minetti-96b1c76a-6f15-4ab9-a80d-23cd6c25db56.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Mora: "Sono soddisfatto e non mi pento di quello che ho fatto"

Ruby bis: la sentenza d'appello riduce le pene a Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti

Sei anni e un mese di carcere all'ex agente dei vip, tre anni a Minetti e quattro anni e dieci mesi all'ex direttore del Tg4. E' il verdetto pronunciato dai giudici della Corte di appello di Milano nel processo 'Ruby bis'. In primo grado, Fede e Mora erano stati condannati a 7 anni, e Minetti a 5

Condividi
Condanne ridotte per tutti gli imputati al processo d'appello per il cosiddetto caso Ruby-Bis. La condanna più alta è stata inflitta a Lele Mora, che dovrà scontare sei anni e un mese per una pena che, però, comprende anche il fallimento della LM Management (in primo grado era stato condannato a sette anni, solo per la vicenda Ruby). I giudici della Terza Corte d'Appello di Milano hanno inoltre fissato in quattro anni e 10 mesi la condanna per l'ex direttore del Tg4 (contro i sette anni del primo grado) e hanno condannato a tre anni  l'ex consigliera regionale lombarda (in primo grado erano cinque anni).

Mora: "Sono soddisfatto e non mi pento di quello che ho fatto"
"Sono soddisfatto della sentenza. Sono emozionato, perchè se fossi finito carcere di nuovo il mio fisico non avrebbe potuto reggere". Così Lele Mora dopo la lettura della sentenza da parte dei giudici della terza corte d'appello di Milano. "Ho gia pagato - ha aggiunto Mora - perchè sono finito in carcere in isolamento per 14 mesi, trattato peggio di un terrorista". "Non mi pento di quello che ho fatto - ha aggiunto - perchè se uno si pente non è uomo".
Condividi