Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ryanair-due-giorni-di-sciopero-600-voli-cancellati-in-Europa-df277e29-822c-406d-a0da-72c5f48cb241.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Sindacati chiedono stesse condizioni di lavoro per dipendenti e interinali

Ryanair, due giorni di sciopero: 600 voli cancellati in tutta Europa

Circa 100.000 viaggiatori sono stati rimborsati o trasferiti su altri aerei. Il paese più colpito è la Spagna dove circa 1.800 i lavoratori hanno incrociato le braccia. In Italia cancellati 132 voli

Condividi
Due giorni di passione per chi deve volare con Ryanair a causa dello sciopero del personale di cabina in Spagna, Italia, Belgio e Portogallo proclamato per oggi e domani. La compagnia irlandese ha dovuto annullare 600 voli e circa 100.000 viaggiatori sono stati rimborsati o trasferiti su altri aerei. Il paese più colpito è la Spagna dove si calcola siano circa 1.800 i lavoratori che hanno incrociato le braccia. I sindacati chiedono le medesime condizioni di lavoro per i dipendenti contrattualizzati e gli interinali e l'applicazione della legislazione di ciascun specifico paese d'impiego. Ryanair intende invece applicare soltanto le norme irlandesi.

In Italia più di 100 voli cancellati
Sono 132 i voli della compagnia aerea Ryanair cancellati in Italia a causa dello sciopero del personale navigante proclamato da Filt-Cgil e Uiltrasporti nell'ambito dello stop europeo deciso dai dipendenti del gruppo. 

Folla e lunghe file all'aeroporto Marconi di Bologna fin dalla mattina presto. Sono 18 i voli cancellati, nove in arrivo e nove in partenza tra l'altro per Londra, Malta e Ibiza, su 190 dello scalo. Diverse persone sono in coda per trovare soluzioni alternative. La compagnia aerea sta fornendo snack e generi di conforto ai passeggeri di uno degli scali italiani pù serviti da Ryanair. 

Jacobs: non pagheremo compensazioni per sciopero
Ryanair "non pagherà compensazioni" ai clienti per lo sciopero indetto del personale di volo per oggi e domani. Lo ha detto, in un'intervista pubblicata sul quotidiano belga 'La Libre Belgique', il direttore marketing della compagnia Kenny Jacobs. "Per noi - ha detto Jacobs al giornale belga - questo sciopero è una causa di forza maggiore perché abbiamo fatto tutto il possibile per evitarlo. Ci aspettiamo che qualche passeggero venga a reclamare rimborsi e siamo pronti ad andare in tribunale per far valere le nostre ragioni".

Garante scioperi: se disagi rischia sanzioni
Il presidente dell'Autorità di garanzia per gli scioperi, Giuseppe Santoro Passarelli, ha inviato una richiesta di informazioni urgenti ad Enac, Autorità dei Trasporti e Ryanair sullo sciopero di oggi del vettore irlandese. Avverte la compagnia, ricordando che  "le dichiarazioni rese da Ryanair in ordine all'assenza di impatto di scioperi proclamati nel territorio nazionale da organizzazioni sindacali italiane" che qualora questa
valutazione risulti errata e, conseguentemente, derivino pregiudizi nei confronti degli utenti in occasione di astensioni collettive proclamate per il personale dipendente, l'Autorità procederà alla valutazione del comportamento aziendale" ai sensi diella legge 146/90, che prevede sanzioni.
Condividi