Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Salvini-Di-Maio-Gli-offrirei-Sforzato-deve-fare-di-piu-fe8d7f4f-b6d7-4415-9a15-2725fb0d6782.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Vinitaly

Salvini: Di Maio deve fare di più. La replica:centrodestra unito ipotesi non percorribile

Di Maio dal Vinitaly a Verona chiude al centrodestra unito: 'Chi si ostina a proporre un centrodestra unito propone una strada non percorribile e che può fare anche danno' al Paese. 'Noi lavoriamo per un contratto di governo sui temi. L'ipotesi di un governo del cambiamento la proponiamo anche al Pd. 

Condividi
Quasi tutti i protagonisti della partita aperta per la formazione del governo, da Di Maio a Salvini, da Giorgia Melonia Maria Elisabetta Casellati, oltre a Maurizio Martina, sono all'inaugurazione del Vinitaly, che si fa oggi crocevia della politica italiana. Non sono previsti incontri, ma sarà l'occasione per contatti ravvicinati in vista dello scadere dell'ultimatum di Mattarella.

Che bicchiere offrirei a Di Maio? "Uno Sforzato perché si deve sforzare a fare qualcosa di più". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini parlando con icronisti nel corso della sua visita al Vinitaly. "Io un bicchiere di vino lo berrei con tutti, sono gli altri che devono decidere che tipo di vino bere", sottolinea ancora Salvini facendo una metafora "enologica" sulla partita di governo.

 "No". Cosi' Matteo Salvini ha risposto a chi gli chiedeva se ha sentito Luigi Di Maio dopo il secondo giro di consultazioni al Colle. 

Di Maio,chi si ostina con c.dx unito fa danno a Paese
"Voglio che sappiate che il M5s è al lavoro per un governo che dia risposte, chi si ostina a proporre un centrodestra unito propone una strada non percorribile e che può fare anche danno" al Paese. Lo afferma il capo politico del M5s Luigi Di Maio aggiungendo di avere fiducia nel Capo dello Stato. C'è qualcuno che in questo momento continua a ostinarsi su un'idea di centrodestra che, come si è visto anche dalle immagini del Quirinale, non esiste" e che,"viste le divisioni e le lacerazioni al suo interno" potrebbe"anche danneggiare il Paese", sottolinea Salvini rimarcando comeil M5S ha "piena fiducia" nel presidente Mattarella.(ANSA). "L'obiettivo è quello di creare un contratto di governo. L'ipotesi di un governo di cambiamento non la stiamo proponendo solo alla Lega, ma anche al Partito democratico. E credo che ci sia bisogno di un po' di senso pratico in questo momento, non di legarsi a logiche politiche". Conclude Di Maio.

Meloni: incarico esplorativo a Casellati è soluzione possibile​
Un mandato esplorativo alla presidente del Senato Fi Maria Elisabetta Alberti Casellati per verificare se e quale governo di centrodestra può avere una magguioranza parlamentare "è una possibile soluzione" , a giudizio della presidentre Fdi Giorgia Meloni. "E' una soluzione possibile - ha risposto Meloni a margine di Vinitaly- come ce ne sono altre. Noi ci fidiamo del presidente della Repubblica Mattarella. Vogliamo operare con lui per dare all'Italia nel più breve tempo possibile un nuovo governo autorevole nella pienezza della funzioni. Lo chiede la situazione internazionale ma anche le eccellenze di imprese italiane come quelle rappresentate a Vinitaly. Sono imprese straordinarie che si sono affermate da sole nel mondo, finora nonostante i governi italiani. Pensiamo cosa potrebbero fare ora con un governo di centrodestra con cui fare squadra".

"Se c'è una cosa che abbiamo imparato è che un governo autorevole non è mai frutto di inciucio". L'ipotesi Lega-M5S? "Io ribadisco che siamo disponibili a dialogare con il M5S, anche se a un certo punto vorrei parlare di contenuti, partendo dal centrodestra alla guida del governo".  Lo afferma la leader di Fdi Giorgia Meloni nel corso della sua visita al Vinitaly, che quindi scherza: "e chissà se tra un bicchiere di vino e l'altro non cada qualche veto"...

Di Maio, voto regionali non influenza vicende nazionali
"Il voto regionale può avere un valore nazionale quando vanno al voto più regioni, di grandi dimensioni e quando il voto è temporalmente distante da un voto nazionale. Qui non c'è nessuno di questi 3 casi. E quindi i risultati elettorali del Friuli Venezia Giulia - come anche quelli del Molise - non possono avere una concreta influenza sulle vicende nazionali". Lo dice Luigi Di maio in una intervista pubblicata sul blog del Movimento 5 Stelle.
Condividi