Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sanremo-Alla-fine-tra-i-nastri-arcobaleno-vince-la-musica-88493f2d-da3d-4b5a-93cc-fe757030f1bf.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Elton John emoziona, Pausini si commuove, Virginia già regina

Sanremo 2016: Elton John padre felice, i nastri arcobaleno e la musica dei Big

L'appello di sir Elton: ""Penso che chiunque, sia famoso o meno, debba aiutare gli altri a migliorare la loro vita". Hanno cantato 10 Big: Irene Fornaciari, Noemi, Bluvertigo e i Dear Jack sono a rischio eliminazione; Stadio e Ruggeri tra i più votati

Elton John sul palco di Sanremo 2016
Condividi
"Non pensavo che il mio viaggio sarebbe durato così tanto, non avrei mai pensato di diventare papà, di avere la vita che ho avuto, è stato tutto molto positivo". Elton John emoziona l'Ariston con "Your Song" e " "Sorry Seems To Be The Hardest Word", e la prima serata di Sanremo 2016 è soprattutto qui. Sir Elton parla con Carlo Conti della sua vita e dell'emozione dei due figli - avuti da una madre surrogata - con il marito David Furnish, poi, nello spazio concessogli (e temuto da qualcuno) lancia il suo 'appello': "Penso che chiunque, sia famoso o meno, debba aiutare gli altri a migliorare la loro vita. Non devi essere famoso per fare una cosa del genere. In Africa sono stato accanto a persone che aiutano gli ammalati, il vantaggio di essere famosi è poterli aiutare. Il mondo è un luogo difficile in cui vivere per tante persone: dobbiamo avere un approccio cristiano e aiutare queste persone: se lo facciamo il mondo sarà sicuramente un posto migliore".

Alla fine è stata una serata di musica, all'insegna dell'arcobaleno: in tanti - da Noemi ad Arisa, da Enrico Ruggeri ai Bluvertigo a Irene Fornaciari - hanno portato sul palco dell'Ariston  i nastri colorati a sostegno dei diritti dei gay e delle unioni civili. Il marito di Elton John è rimasto a casa e il commento migliore alle polemiche preventive sulla presenza di sir Elton e di David Furnish al festival l'ha fatto Virginia Raffaele nei panni di Sabrina Ferilli: "Se Elton John è uno spot per i gay allora i Pooh cosa sono una marchetta per l'Inps?".
  
Nel tipico clima rassicurante dei suoi programmi, Carlo Conti ha condotto in porto la prima serata del secondo festival della sua carriera. C'erano varie incognite, visto il solito clima da campagna elettorale creato per la partecipazione di una star mondiale che ha fatto il suo mestiere senza spaventare nessuno. Semplicemente un momento di grande musica, creato da un artista che ha scritto alcune delle pagine più belle della storia del pop e che oltre ai due classici ha proposto anche il nuovo singolo, "Blue Wonderful" che ha retto con fatica il confronto con il suo formidabile passato.
   
Poi il debutto di Gabriel Garko, reduce dalla drammatica esperienza dell'esplosione della villa dove aveva scelto di risiedere: ha affrontato il palco con disinvoltura, elegante e sorridente. Madalina Ghenea ha fatto quello che ci si aspettava da lei: la bellona che legge le presentazioni, ma senza trasmettere grande simpatia.
   
L'altra super ospite della serata era Laura Pausini, emozionatissima per questo passaggio 23 anni dopo la vittoria che ha lanciato la sua carriera. Un medley di classici, "Vivimi", "Strani amori", "Invece no", poi il duetto virtuale con la Laura ragazzina che ha vinto il festival in "La solitudine". Indossando la giacca della finale del '93, la Pausini ha ricamato sul brano che le ha cambiato la vita. Chiusura con "Simili", un brano del suo ultimo album: "Siamo simili, dobbiamo proteggerci non dividerci" è stata la conclusione della cantante, anche lei da sempre impegnata a
favore delle unioni civili.

La parte comica è stata affidata a Virginia Raffaele versione Sabrina Ferilli, come sempre bravissima: sono stati suoi i momenti più divertenti e imprevedibili della serata. Quanto alla comicità, per la prima volta nella storia del Festival, Aldo, Giovanni e Giacomo sono arrivati a Sanremo per celebrare i 25 anni di attività: hanno pescato dal repertorio il pezzo del saggio della Montagna, puntando tutto sul mestiere.

In gara i primi dieci Campioni: Lorenzo Fragola, Noemi, Dear Jack, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, Arisa, Stadio, Enrico Ruggeri, Irene Fornaciari, Bluevertigo, Rocco Hunt. Gaetano Curreri e Morgan sono rimasti incagliati in una serata infelice, Rocco Hunt sembra lanciato verso il podio. L'Ariston ha ballato anche con Maitre Gims che ha proposto la sua hit Est-ce que tu m'aimes?.

Alla fine della serata in fondo alla classifica troviamo Irene Fornaciari, Noemi, Bluvertigo e i Dear Jack, che quindi sono a rischio eliminazione. I più votati da televoto e sala stampa (fifty-fifty) sono stati: gli Stadio con Un giorno mi dirai, Enrico Ruggeri con "Il primo amore non si scorda mai, Lorenzo Fragola con Infinite volte, Rocco Hunt con Wake up, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato con Via da qui, Arisa con Guardando il cielo. Non è stato reso noto il posizionamento in classifica dei singoli artisti. Venerdì dopo l'ultima esibizione sarà stilata la classifica finale: gli ultimi 5 andranno a rischio eliminazione. Solo uno sarà ripescato con il televoto e rientrerà in gara sabato sera.
Condividi