Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Scatta-allarme-terrorismo-a-Roma-antiterrorismo-esclude-che-cittadino-siriano-sia-in-Italia-1e4c252e-3e33-4a70-bc65-ec7e99f941f9.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Allerta rientrata

Scatta allarme terrorismo a Roma. Ma l'antiterrorismo esclude che cittadino siriano sia in Italia

Allerta rientrata dopo la segnalazione della Questura. Un'ulteriore conferma sarebbe arrivata alle agenzie di intelligence italiane dal servizio segreto tedesco interno denominato Bfv poiché gli ultimi contatti su Facebook il siriano li avrebbe avuti dalla Germania

Condividi
Un siriano di 27 anni risulta ricercato dalle forze di polizia dopo che il suo nome è stato segnalato da un'intelligence straniera, nell'ambito degli scambi di informazioni tra paesi alleati, alle autorità di sicurezza italiane.

L'allerta, come ha anticipato il Corriere della Sera, è stato diramato dalla Questura di Roma nella giornata di ieri, ma è già rientrata: gli accertamenti svolti dall'Antiterrorismo della Polizia, secondo quanto si apprende da fonti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, avrebbero consentito di escludere che il siriano sia in Italia.

Dopo la segnalazione degli 007 - una delle tante che quotidianamente vengono vagliate dalle forze di polizia per trovare riscontri e che settimanalmente finiscono sul tavolo del Casa, il Comitato di analisi strategica antiterrorismo, per un'analisi più approfondita - la Questura di Roma ha inviato a tutti i reparti una "segnalazione urgentissima di rintraccio" di un soggetto con due diverse identità, alla quale è allegata una foto.

"Da accertamenti fatti nell'immediatezza è emerso che lo stesso si è registrato nel social network Facebook" con una delle due identità. "In caso di rintraccio del soggetto" la Questura invita gli agenti a "prestare la massima attenzione e procedere al controllo" contattando immediatamente la Digos.

In relazione alla informativa della polizia su un presunto attentatore siriano che avrebbe avuto in animo di farsi esplodere a Roma, fonti del Dipartimento di pubblica sicurezza fanno sapere che il cittadino siriano sospetto sarebbe fuori dai confini nazionali. La Polizia a seguito di controlli incrociati con i massimi vertici dell'antiterrorismo europeo, avrebbe escluso la presenza in Italia del presunto terrorista. Un'ulteriore conferma sarebbe arrivata alle agenzie di intelligence italiane dal servizio segreto tedesco interno denominato Bfv poiché gli ultimi contatti su Facebook il siriano li avrebbe avuti dalla Germania.

Sempre fonti del Dipartimento fanno presente che la nota riservata sul cittadino siriano è solo una delle tante segnalazioni che quotidianamente vengono vagliate dagli organismi investigativi concentrati a contrastare le eventuali azioni terroristiche di matrice islamica in Italia. 
Condividi