Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sciopero-dipendenti-Rai-la-posizione-Usigrai-c70fc9c5-8ef4-4d30-a83e-76ae24df8f60.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il dibattito sui tagli all'azienda previsti dal dl Irpef

Sciopero dipendenti Rai, la posizione dell'Usigrai

Il comunicato del sindacato dei giornalisti della Rai sullo sciopero dell'11 giugno indetto da altre sigle sindacali 

Condividi
Roma Il testo integrale del comunicato Usigrai: "La Rai va cambiata, profondamente. L'Usigrai, il sindacato dei giornalisti della Rai, ne è certo e lo chiede da tempo.

Questa Rai così com'è non ci piace. Non ci piace l'interferenza sempre più pesante dei partiti e dei governi, non ci piacciono gli sprechi e neanche un'organizzazione ormai vecchia e superata. 

Ma ancor meno ci piace un governo che preleva forzosamente 150 milioni di euro versati dai cittadini per il canone per farne altro, che spinge a vendere - e in fretta - le torri di trasmissione, che mette a rischio posti di lavoro.

Per questo pensiamo che si debbano realizzare con urgenza alcune riforme che portino a un canone sociale - quindi più equo -, a vertici aziendali liberi da indebite pressioni esterne.

In definitiva, a un servizio pubblico moderno, capace di stare vicino alla gente, capace di informare, educare, intrattenere, capace di raccontare il Paese e il mondo, la realtà e le sue trasformazioni. E per questo pensiamo che tutto ciò debba avvenire insieme alle cittadine e ai cittadini.

L'Usigrai ha sospeso lo sciopero dopo gli impegni assunti dal governo su questi temi. Ora ci aspettiamo che il governo si dimostri all'altezza della sfida del cambiamento". 
Condividi