Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Senato-riforma-ddlBoschi-c06c93f4-cf6a-4131-ae45-c9df4aad5cc4.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Riforme, la distribuzione dei senatori per Regione

Alla Lombardia 14 seggi, a dieci Regioni solo due

L'Aula di Palazzo Madama
Condividi
Ben 10 regioni avranno due soli senatori nel nuovo Senato previsto dal ddl Boschi, uno dei quali sarà un sindaco, e uno solo sarà un Consigliere regionale "scelto" dagli elettori. Il dato deriva dalla ripartizione dei seggi in base all'ultimo censimento, effettuato nel 2011. La Lombardia, con i suoi 14 senatori sarà la regione con il maggior peso specifico.

La Riforma prevede un Senato composto da 95 "senatori rappresentativi delle istituzioni territoriali e da cinque senatori che possono essere nominati dal Presidente della Repubblica". Dei 95 senatori eletti, 21 sono scelti tra i sindaci, e gli altri 74 nell'ambito dei Consigli Regionali, sulla base delle indicazioni degli elettori (la specifica legge elettorale dovrà essere successivamente varata). Il numero dei senatori di ciascuna regione dipende dal peso demografico, con il limite minimo di due senatori per regione, cosa che premia le regioni molto piccole come Val d'Aosta e Molise, e danneggia le medie come Marche e Liguria. Ecco la ripartizione dei seggi.

Abitanti Senatori
Piemonte 4.363.916 7 (6+1 sindaco)
Valle d'Aosta 126.806 2 (1+1)
Liguria 1.570.694 2 (1+1)
Lombardia 9.704.151 14 (13+1)

Prov Bolzano 504.643 2 (1+1)
Prov Trento 524.832 2 (1+1)
Veneto 4.857.210 7 (6+1)
Friuli-VG 1.218.985 2 (1+1)
Emilia-Romagna 4.342.135 6 (5+1)

Toscana 3.672.202 5 (4+1)
Umbria 884.268 2 (1+1)
Marche 1.541.319 2 (1+1)
Lazio 5.502.886 8 (7+1)

Abruzzo 1.307.309 2 (1+1)
Molise 313.660 2 (1+1)
Campania 5.766.810 9 (8+1)
Puglia 4.052.566 6 (5+1)
Basilicata 578.036 2 (1+1)
Calabria 1.959.050 3 (2+1)

Sicilia 5.002.904 7 (6+1)
Sardegna 1.639.362 3 (2+1)

Italia 59.433.744 95 (74+21)
 
Condividi