Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Serie-A-Maltempo-e-rimonta-la-Roma-festeggia-col-rigore-di-Totti-al-93-10b242c2-a293-4987-90e2-aa65f57e8c16.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Il Milan crolla in casa contro l'Udinese

Serie A. Maltempo e rimonta, la Roma festeggia col rigore di Totti al 93'

Il meteo protagonista del terzo turno. Rinviata Genoa-Fiorentina, la partita dell'Olimpico viene fermata per oltre un'ora (grandine e diluvio). Nella ripresa i giallorossi rimontano l'1-2 del primo tempo con i cambi decisi da Spalletti. In gol Dzeko e il capitano. a San Siro decide il gol di Perica all'88'.

Condividi
di Mauro Caputi Il meteo si eleva a protagonista della domenica pomeriggio della terza di campionato. Una partita sopesa e rinviata per grandine e pioggia battente (Genoa-Fiorentina). Una fermata durante l'intervallo per un acquazzone che ha oscurato il cielo (Roma-Sampdoria) paradossalmente dopo che a metà primo tempo l'arbitro aveva deciso il 'cooling break' a causa dell'afa. La ripresa è cominciata solo alle 17.05 e la partita è stata completata col successo all'ultimo secondo dei giallorossi. Dato lo stop (sia pure per motivi diversi) delle genovesi, la Juve resta sola al comando. A San Siro, colpo dell'Udinese che affonda il Milan nel finale. L'Atalanta vince in rimonta contro il Torino, Chievo e Lazio dividono la posta. In serata Pescara-Inter.

Roma-Sampdoria 3-2
Partita dalle mille sfaccettature, a cui si sono aggiunte le 'intemperanze' del meteo già accennate. Partenza sprint dei giallorossi. Salah manca un prima occasione, poi (8') va in gol di testa su assist al bacio di Perotti. chance per El Shaarawy, poi Muriel (18') si inventa un gol da antologia con un diagonale volante su lancio di Regini. Il colombiano manca la doppietta pochi istanti dopo, lo stesso Salah alla mezzora. Prima del diluvio che avrebbe fermato la gara, Samp in vantaggio (41') col colpo di testa di Quagliarella su corner. Ma è decisiva la topica di Szczesny in uscita. Nella ripresa (quando può finalmente cominciare) Spalletti manda subito in campo Totti e Dzeko per Perotti ed El Shaarawy. Roma furibonda in avanti, Viviano sale in cattedra. Il portiere si salva su Strootman e Dzeko quasi a botta sicura. Al 61' deve arrendersi al centravanti bosniaco, che impatta la gara. Viviano è ancora superprotagonista su Dzeko (parata d'istinto di piede) e su Salah, dopo che lo stesso egiziano si era divorato di testa il vantaggio. La Roma cala d'intensità, normale dato lo sforzo prodotto, la Samp rischia molto meno e sembra poter conserva il pari. Proprio al 93', però, Giacomelli valuta da rigore il contatto di Skriniar sul piede di Dzeko. Dal dischetto va Totti che non sbaglia. E' il tripudio.

Genoa-Fiorentina (sospesa e rinviata al 28' sullo 0-0)
Due occasioni per i rossoblù prima della grandinata che blocca il match. Astori respinge di testa sulla linea il tiro di Rigoni dalla distanza dopo l'uscita di Tatarusanu. Al 25' Laxalt colpisce di testa la faccia alta della traversa su cross di Lazovic.

Milan-Udinese 0-1
Bene i rossoneri per tutto il primo tempo. Sosa, Bonaventura (schierato nel tridente d'attacco) e Suso fanno impazzire la difesa friulana. L'occasione più limpida è sulla sventola di Sosa (32') che si infrange sulla traversa. L'Udinese si vede con un pericoloso contropiede di Thereau. A inizio ripresa colpo involontario di Paletta sulla testa di Antonelli, l'esterno resta quasi esanime a terra. Si riprende e viene poi accompagnato in ospedale per accertamenti. Il Milan non ce la fa a tenere i ritmi del primo tempo e l'Udinese non forza. La gara sembra scivolare verso lo 0-0 con poche emozioni. Senonché all'88' un tiro di Perica, non irresistibile, trova la deviazione di Abate che lo rende letale. E' il match point che condanna il Milan oltre i propri demeriti.

Chievo-Lazio 1-1
Primo tempo da sbadigli, se si eccettua un'occasione per Cacciatore lasciato colpevolmente solo in area. A inizio ripresa il botta e risposta che disegna il punteggio. Al 51' Gamberini di testa su corner non dà scampo a Marchetti. Quattro minuti dopo, il figliol prodigo Keita è una rapido a sbrogliare una mischia su punizione. A parte i gol, ripresa vivace e interessante, ma il punteggio non cambia.

Atalanta-Torino 2-1
Esordio del neoarrivato Hart fra i pali granata. E il primo portiere inglese nella serie A da quando esiste il girone unico. Bel primo tempo, con occasioni da entrambe le parti, i gol arrivano nella ripresa. Muove lo score il Torino quando (54') Iago Falque fulmina l'incerto Sportiello. L'equilibrio torna immediatamente. Corner orobico al 56', male Hart in uscita, Masiello appoggia in rete. L'episodio decisivo all'81': Gomez entra in area e De Silvestri lo stende, per l'arbitro Mariani è rigore. Dal dischetto va Kessié. Esecuzione perfetta e quarto centro in campionato (agganciati Belotti e Callejon) per il giovane ivoriano.

Bologna-Cagliari 2-1
Nella partita dell'ora di pranzo, i felsinei riscattano la 'manita' subita dal Torino. Cagliari sotto già al 12', con la punizione di Verdi che inganna Storari. Il portiere sardo abbandona in dieci i suoi quando, al 54', esce dall'area per fermare, fallosamente, Krejci lanciato a rete. Il Bologna trova il raddoppio al 74' con Di Francesco che, appena entrato, sigla la prima rete in serie A pochi giorni dopo la doppietta con la Nazionale Under 21. Il Cagliari riesce a mettere pepe al finale di gara grazie alla punizione di Bruno Alves. Nel recupero Da Costa evita la beffa strappando il pallone dalla testa di Farias.
Condividi