Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Si-finge-un-Casamonica-minaccia-coetaneo-Arrestato-a-Roma-un-minorenne-4c9a159f-65c9-4455-a74b-3cc0a066bf70.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Lo aveva incontrato per strada

Si finge un Casamonica e minaccia coetaneo. Arrestato a Roma un minorenne

Arrestato dalla polizia postale di Roma un minorenne che spacciandosi per un membro della famiglia Casamonica aveva chiesto denaro ad un coetaneo. Le pesanti minacce arrivavano via Whatsapp

Condividi
Lo aveva incontrato per strada e, dicendogli che faceva parte del clan dei Casamonica, gli aveva chiesto 800 euro. La polizia postale di Roma ha arrestato un minorenne con l’accusa di tentata estorsione e minaccia aggravata e continuata. La vittima un 17enne, però, ha raccontato tutto ai suoi genitori che hanno fatto scattare le indagini.
 
Alla vittima il giovane estorsore aveva chiesto 800 euro in contanti e minacciava di picchiarlo se non lo avesse pagato. Il ragazzo era riuscito, anche, a convincere la vittima a dare il suo numero del cellulare per poterlo contattare e definire i dettagli per la consegna del denaro. Da quel momento il 17enne ha iniziato a ricevere una lunga serie di messaggi su "Whatsapp", nei quali veniva continuamente minacciato.

Le indagini della polizia postale hanno permesso di identificare il titolare del profilo Whatsapp, utilizzato per inviare i ripetuti messaggi arrivando così ad un minore di etnia rom che non faceva parte della famiglia Casamonica ma aveva precedenti per fatti analoghi. Vista la gravità dei reati e la condotta “delittuosa”, il Tribunale per i Minorenni di Roma ha stabilito per il ragazzo gli arresti domiciliari. 
Condividi