MONDO

Erano schierati nella base di Hmeimim

Siria, Mosca inizia il ritiro dei bombardieri SU-24

Il ministero della Difesa ha fatto sapere che sono tornati in Russia sei bombardieri mentre nei prossimi giorni è previsto il ritiro di altri velivoli oltre a personale tecnico e piloti

La base di Latakia
Condividi
Mosca ha iniziato il ritiro parziale delle sue forze in Siria. Il ministero della Difesa ha fatto sapere che dalla base di Hmeimim sono tornati in Russia sei bombardieri SU-24 mentre nei prossimi giorni è previsto il ritiro di altri velivoli oltre a personale tecnico e piloti.   

I bombardieri riportati in Russia, erano schierati nella base di Hmeimim, ha detto il portavoce del ministero della Difesa russo, generale Igor Konashenkov, aggiungendo che "nel prossimo futuro dal territorio della repubblica siriana è previsto il ritiro di altri velivoli nonché di personale tecnico e piloti".

La Russia - riporta la Tass - ha inoltre bollato come "una bufala di propaganda" la notizia di FoxNews secondo cui Mosca starebbe rafforzando la propria presenza militare in Siria.  Konashenkov ha però di fatto confermato la notizia di FoxNews relativamente al dispiegamento in Siria di altri quattro jet Su-25 (aerei da attacco al suolo e supporto ravvicinato). "Quattro aerei da attacco Su-25 equipaggiati con sistemi di navigazione moderni e visione complessa - ha detto il generale russo, citato da Interfax - che hanno lasciato la Russia, hanno in effetti raggiunto le forze aeree russe nella base di Hmeimim negli ultimi giorni". Il portavoce del ministero della Difesa russo ha però anche dichiarato che i quattro Su-25 sono stati schierati in Siria nel quadro di "una procedura di rotazione pianificata".
Condividi