Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sondaggio-Usa-effetto-Fbi-Clinton-al-46-e-Trump-al-43-6c0bafd1-4b9a-4c5c-bafe-593efb1edd77.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Verso il voto dell'8 novembre

Sondaggio Usa: effetto Fbi, Clinton al 46% e Trump al 43%

Sondaggio Politico Morning Consult, si riduce lo scarto

Condividi
L'ultimo sondaggio diffuso da Politico/Morning Consult - effettuato nel fine settimana dopo le rivelazioni del capo dell'Fbi James Comey - conferma il testa a testa tra Hillary Clinton e Donald Trump a 8 giorni dal voto per la Casa Bianca. La candidata democratica in un corsa a due mantiene un lieve vantaggio di tre punti col 46% delle preferenze, contro il 43% dell'avversario. Clinton avanti di 3 punti (46 a 43) anche nella corsa a 4, col candidato libertario Gary Johnson al 7% e la candidata verde Jill Stein al 5%.

 A tenere banco è sempre l'email-gate, con l'Fbi che ha ottenuto il mandato per lavorare sui documenti e stabilire dunque se ci sono state irregolarità da parte di Hillary Clinton. In una lettera firmata anche dall'ex ministro della Giustizia, Eric Holder, numerosi ex procuratori federali hanno criticato il direttore del Federal Bureau James Comey sottolineando come abbia violato la prassi del Dipartimento di Giustizia pensata per evitare che l'azione dei procuratori possa avere effetti sul processo elettorale.

Ft con Clinton, è la speranza migliore 
Il Financial Times si schiera con Hillary Clinton. "Nonostante le sue colpe, Clinton è assolutamente qualificata per essere la prima donna eletta alla Casa Bianca. Ha l'endorsement del Financial Times" afferma il quotidiano finanziario della City londinese. "Clinton è stata First lady, senatore di New York e segretario di Stato. Donald Trump usa la denigrazione e non la diplomazia" mette in evidenza l'Ft, molto diffuso negli Usa,precisando che pur avendo molto da dimostrare Hillary "offre la migliore speranza per la leadership Usa".
Condividi