Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sparatoria-in-Canada-4-morti-La-polizia-ha-arrestato-un-sospetto-1cc216c7-1401-4d1f-9e78-fbf0442335f6.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Fredericton

Sparatoria in Canada, arrestato un sospetto. 4 morti, tra cui due poliziotti

Alcuni testimoni oculari hanno raccontato all'emittente Cbc che la sparatoria è avvenuta in un complesso di appartamenti e che una persona ha sparato da una finestra con un fucile. L'uomo sarebbe gravemente ferito

Condividi
La polizia di Fredericton annuncia di aver catturato una persona per la sparatoria di questa mattina, nella quale sono morte almeno quattro persone, tra cui due poliziotti. Lo stesso sparatore sarebbe in gravi condizioni. "In questo momento- scive in un post su Twitter- possiamo confermare che abbiamo un sospetto in custodia". Nel frattempo la situazione è stata posta sotto controllo, anche se l'area continua a restare off limits per le investigazioni in corso.

Non vengono al momento comunicati le generalità delle vittime in rispetto dei familiari: "Vi daremo altre informazioni quando potremo".

Alcuni testimoni oculari hanno raccontato all'emittente Cbc che la sparatoria è avvenuta in un complesso di appartamenti e che apparentemente una persona ha sparato da una finestra con un fucile.    Su Twitter, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dichiarato che le notizie di Fredericton "sono terribili" e che il governo sta "seguendo la situazione". 

Fredericton è il capoluogo della provincia del Nuovo Brunswick, nella regione orientale del Canada.  Intorno alle 13 ora italiana, la polizia aveva esortato i residenti della zona di Brookside Drive di "restare nelle case con le porte chiuse a chiave per la loro sicurezza" poiché una sparatoria era in corso e più persone erano rimaste colpite. Le forze dell'ordine ha anche esortato a non inviare post contenenti foto o dettagli sulla posizione e sulle attività in corso da parte delle polizia. La richiesta era arrivata, probabilmente, dopo che un giornalista locale ha pubblicato sui social network immagini di mezzi di soccorso presso un'abitazione. 

Condividi