Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Spari-in-strada-a-Napoli-tre-feriti-tra-di-loro-una-bambina-di-4-anni-415e13d2-bf90-403a-a3e0-ad115a1a9f37.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Violenza in Campania

Spari in strada a Napoli: tre feriti, tra di loro una bambina di 3 anni

La sparatoria tra la folla è avvenuta poco prima delle 17.30 all'angolo tra piazza Nazionale e via Acquaviva, periferia orientale di Napoli. La bambina è in gravi condizioni. Gravemente ferito anche un 32enne, pregiudicato, assai probabilmente bersaglio dell'agguato

Condividi

E' ferita gravemente la bambina di tre anni rimasta coinvolta insieme alla nonna, a sua volta ferita, nella sparatoria avvenuta nel pomeriggio a Napoli, nei pressi di piazza Nazionale. "Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore - ha detto all' Ansa il dg del "Santobono", Anna Maria Minicucci - conficcandosi tra le costole". La piccola - secondo i medici - non è in pericolo di vita e si sta procedendo a stabilizzarla, in attesa dell'intervento chirurgico. La nonna, 50 anni, è rimasta invece ferita a un gluteo.

In gravi condizioni anche un pregiudicato 32enne: era lui il bersaglio dell'agguato
Il pregiudicato rimasto ferito nella sparatoria è Salvatore Nurcaro, 32 anni, con diversi precedenti penali, del quartiere San Giovanni a Teduccio, periferia orientale della città.  La Polizia sta ricostruendo i suoi collegamenti. L'uomo è stato colpito da sei proiettili ed è stato trasportato all'Ospedale "Loreto Mare".

Nurcaro è crollato a terra davanti alla vetrina di un bar, i cui tavolini hanno tracce di sangue. Tutt'intorno, a terra, vi sono numerosi bossoli. La piazza e le strade limitrofe, Via Polveriera e via Acquaviva, erano affollate di gente.  Un'auto 'Mitsubishi' presenta i fori di due colpi di pistola in uno sportello e sul tettuccio.  In piazza Nazionale sono giunti i parenti di Nurcaro, che poi si sono trasferiti al "Loreto Mare".

Fico a Salvini: bisogna agire
"E' inaccettabile che clan si sparino in centro, a Napoli, per il controllo del territorio. Non può continuare una situazione del genere in una società civile. Questo è un fenomeno che non bisogna contenere: bisogna distruggerlo, annientarlo" ha detto il presidente della Camera a Radio Capital. "Mi aspetto che il ministro dell'Interno attenzioni Napoli ai massimi livelli. Io ho parlato e portato la questione all'attenzione di polizia e dirigenti. Dobbiamo debellare questo fenomeno". "Bisogna agire", ha aggiunto Fico.

Condividi