Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Stadio-Roma-Marino-Raggi-ha-fatto-favore-a-costruttori-4740b2b1-85ab-4fcd-bcf4-c90f5858d96e.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Stadio Roma, Marino: Raggi ha fatto favore a costruttori

"Ha tagliato più di 250 milioni di euro per opere di interesse pubblico", afferma l'ex sindaco della capitale

Condividi
"La Raggi oggi può dire con soddisfazione di avere approvato il progetto iniziale dei costruttori che la giunta Marino aveva bocciato".

Lo ha detto l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, intervistato a "Faccia a faccia" su La7, che andrà in onda stasera. "La Raggi ha cancellato tutte le opere di interesse pubblico da noi ottenute, più di 250 milioni di euro per i trasporti e un parco grande come Villa Borghese. Ha fatto un favore ai costruttori", ha aggiunto Marino.

"Quello che viene a mancare completamente sono tutte le opere pubbliche. Come ci si andrà allo stadio? Tutti incolonnati sulla vecchia via del Mare, questo è quello che accadrà - ha detto Marino - perché vengono cancellati il ponte pedonale che collega con la Roma-Fiumicino dall'altro lato del fiume, viene cancellato un ponte sul fiume che collega l'autostrada Roma-Fiumicino con la via del Mare, viene cancellato completamente il rifacimento di tutta la via del Mare fino al Raccordo e viene cancellato il prolungamento della metro B".

"Al posto delle torri poi avremo 18 edifici alti sette piani - ha aggiunto Marino - ricordiamo cos'era il parcheggio al Flaminio quando eravamo ragazzi, distesa di siringhe, prostituzione di notte, oggi c'è un segno distintivo che rimarrà nel tempo, le tre testuggini dell'Auditorium di Renzo Piano. Meglio 18 edifici bassi oppure tre grattacieli disegnati da uno dei più grandi architetti che rimarrebbero nella storia dell' architettura?". 
Condividi