Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Stadio-della-Roma-Virginia-Raggi-convocata-di-nuovo-in-Procura-bee6043f-2c1b-4d47-a1a2-807036e39ecc.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

L'inchiesta

Stadio della Roma, Virginia Raggi convocata di nuovo in Procura

La prima cittadina della Capitale era già stata sentita in qualità di persona informata sui fatti ed è tornata davanti ai magistrati nella stessa veste. Bonafede: "Lanzalone lo ha scelto Raggi"

Condividi
La sindaca della Capitale, Virginia Raggi, è stata convocata di nuovo oggi in Procura nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma. Raggi era già stata ascoltata in qualità di testimone dai magistrati venerdì scorso. I pm della Procura della capitale che indagano sulla vicenda del nuovo stadio della As Roma da realizzare a Tor Di Valle hanno convocato la sindaca sempre come persona informata sui fatti. 

Fonti Procura: Raggi sentita su fatti emersi dopo la prima audizione
La sindaca di Roma è stata nuovamente ascoltata in Procura oggi per fornire chiarimenti su fatti e informazioni emersi negli ultimissimi giorni e successivi all'audizione di venerdì scorso. E' quanto si apprende da fonti della Procura, dopo che i pm capitolini hanno ascoltato di nuovo la prima cittadina in merito all'inchiesta sul nuovo stadio della Roma.  

Raggi: Lanzalone indicato da Fraccaro e Bonafede
Venerdì Raggi aveva ribadito che l'avvocato Luca Lanzalone, ex presidente dell'Acea, le era stato indicato dagli esponenti degli M5s Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede, all'epoca dei fatti - inizio  del 2017 - responsabili per il Movimento degli enti locali. Lanzalone agì in sostanza come consulente del Campidoglio in merito al progetto dell'impianto sportivo. 

Indagini sui rapporti Parnasi-Lanzalone
Secondo gli inquirenti, nel rapporto tra il costruttore Luca Parnasi e l'ex presidente di Acea Lanzalone è il nodo della "corruzione sistemica" che ruota attorno al progetto dello stadio. Lanzalone è il legale incaricato dalla giunta Raggi di seguire la trattativa per la modifica del progetto ma diventa uno dei più stretti collaboratori di Parnasi: i due, scrive la gip Mafia Paola Tomaselli nell'ordinanza, "procedono all'unisono elaborando insieme strategie che attengono al progetto". La stretta collaborazione, fa diventare Lanzalone "un soggetto indispensabile per realizzare i progetti" del costruttore, tanto che Parnasi lo soprannomina 'Mr Wolf', citando il personaggio che risolve tutti i problemi nel film 'Pulp Fiction'.

Bonafede: Lanzalone lo ha scelto la sindaca Raggi 
"Lanzalone lo ha scelto la sindaca Raggi. Gliel'abbiamo presentato sia io che Riccardo Fraccaro.
Io non niente da chiarire. Il mio silenzio in questi giorni è dovuto a due fattori: il primo è che quest'inchiesta non ha niente a che vedere con me. La seconda è che un politico deve avere rispetto della magistratura", dice il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a Otto e mezzo su La7.  "La procedura di nomina del presidente di Acea ha le sue regole e sono state tutte rispettate in trasparenza. Probabilmente Di Maio ha parlato di premio. In realtà il Comune di Roma è socio di Acea ed esprime anche una parte del Cda. Raggi nelle selezione dei curricula avrà preso in considerazione l'esperienza di Lanzalone", aggiunge. 
Condividi