Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Stampa-tedesca-il-rebus-della-coalizione-Giamaica-8c9df4f9-8236-49d1-8a48-120bfc478abf.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Dopo il voto

Stampa tedesca: il rebus della coalizione Giamaica

L'unione di Cdu, i liberali di Fdp e i Verdi (Die Gruenen) i cui colori, insieme, formano quelli della bandiera giamaicana. 

Condividi
E' stata 'una vittoria da incubo per Merkel', ma 'adesso arriverà la coalizione Giamaica?', ovvero quella formata dai cristiano democratici di Cdu, i liberali di Fdp e i Verdi (Die Gruenen) i cui colori, insieme, formano quelli della bandiera giamaicana.

E' quanto si chiede le stampa tedesca, sotto shock per i grandi consensi conquistati dall'estrema destra di Alternative fuer Deutschland (AfD) e per il crollo, in parte annunciato, della Cdu e dei socialdemocratici dell'Spd con a capo Martin Schulz. Il quotidiano 'Bild' titola 'una vittoria da incubo per Merkel. Una giornata nera per Schulz' e si chiede 'Adesso verra' Giamaica?', mentre il 'Sueddutsche Zeitung titola 'una vittoria che mette di cattivo umore, che cosa succederà adesso?' e sottolinea che 'la colpevole (riferendosi a Merkel ndr) per molti è già stata identificata'. 'Borsenzeitung' afferma: 'non esistono alternative a una coalizione Giamaica' a fronte del 'trionfo' di Afd e il 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' (Faz), nelle numerose analisi elaborate, si chiede 'chi siano i sostenitori dei populisti di destra' rilevando che 'al massimo Giamaica può farcela per due anni', mentre riporta le parole di Frauke Petry, una dei due leader di Afd, che usa toni concilianti e afferma: 'non dobbiamo dividere ulteriormente la societa''. 'Spiegel' online indica infine che 'Giamaica-a-a- è l'unica soluzione di Governo e questo mette tutti sotto pressione. Quali possibilità ha?'.

Prime spaccature 
Emergono le prime divisioni all'interno di una possibile coalizione Giamaica.Il segretario generale della Cdu, Andreas Scheuer, ha chiesto un tetto al numero dei profughi, mentre Katrin Goering-Eckard, candidata al Bundestag per i Verdi, ha detto alla tv 'Zdf' che questo 'significherebbe modificare la Costituzione. Non siamo d'accordo'. Secondo Goering-Eckhard i negoziati per formare una eventuale coalizione Giamaica saranno 'molto, molto difficili, se avranno luogo' per altro. Dal canto suo Scheuer ha affermato che 'come Csu contribuiremo con il nostro orientamento intransigente in modo ancora più forte per quello che significa sicurezza, integrazione e limitazione dell'immigrazione', mentre alla domanda se questo significhi un tetto al numero annuale dei profughi Scheuer ha risposto: "chiaramente si''. Anche i liberali dell'Fdp non vogliono impegnarsi a una coalizione Giamaica senza condizioni e chiedono ad esempio l'assenza di divieti per i motori a benzina e diesel, mentre respingono l'ipotesi di un aumento delle tasse per i contribuenti tedeschi, a differenza dei Verdi.

Analisti: per Schaeuble possibile un incarico-top nella Ue
Per  riuscire a formare una coalizione governativa, la Cdu di  Angela Merkel potrebbe dover rinunciare al ministero della  Finanze. Questo renderebbe l'attuale responsabile del  dicastero, Wolfgang Schaeuble, naturale candidato a uno dei  numerosi posti-chiave che si libereranno in Europa. Secondo  gli analisti di Ubs, a Schaeuble potrebbe, ad esempio, andare  l'incarico di ministro delle Finanze della Eurozona o un  mandato nella Commissione Ue. L'attuale presidente  dell'esecutivo europeo, Jean-Claude Juncker ha gia'  annunciato che non si ricandidera' nel 2019. In attesa di  quell'incarico, Schaeuble potrebbe prendere la presidenza  dell'Eurogruppo, che Jeroen Dijsselbloem lascera' non appena  sara' formato il nuovo governo olandese, presumibilmente  entro la fine del 2017. Con Schaeuble alla guida di  un'istituzione europea, la presidenza della Bce nel 2019  probabilmente non andra' a un tedesco, considerando che la  Germania detiene gia' le presidenze dell'Esm e della Banca  Europea degli Investimenti e date le dirette implicazioni  fiscali di queste due istituzionali Berlino preferirà  mantenerle.    
Condividi