Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Succo-di-ananas-come-liquido-di-contrasto-per-fare-spending-review-al-sant-orsola-di-bologna-c7f1826a-ce86-45dd-904c-d95c323c0ac8.html | rainews/live/ | (none)
SALUTE

Al Sant'Orsola di Bologna lo usano da un anno

Spending review, risonanze con succo d'ananas

Al posto del Lumirem, il farmaco utilizzato per radiografie e risonanze magnetiche, si può usare un succo di frutta che dà gli stessi risultati dal punto di vista clinico e che fa risparmiare oltre 13mila euro in un anno

Condividi
bologna La competenza di dietisti e cuochi è stata fondamentale in reparto per fare questa scoperta. Il succo di ananas, usato puro al 100%, funziona perfettamente come liquido di contrasto nelle radiografie e nelle risonanze magnetiche. 

All'ospedale Sant'Orsola di Bologna la tecnica è in uso da oramai da un anno, con un risparmio notevole: si è passati da 14mila euro a 380 euro. Lo ha spiegato Marco Storchi, responsabile dei servizi di supporto alla persona del policlinico.

Il fatto che alcuni frutti avessero particolari proprietà di aumentare il contrasto nel caso di visite specialistiche di questo tipo era fatto già noto, ad esempio, oltre all'ananas, ci sono il mirtillo nero, la mela rossa, l'uva, la mora e la barbabietola rossa. Ma a Bologna per la prima volta il succo di frutta viene sostituito al farmaco.

Ne guadagnano le casse dell'azienda sanitaria e anche i pazienti, che al posto del lumirem, ovvero ferro, metile e propile paraidrossibenzoato di sodio, possono gustarsi un normale succo di ananas.
Condividi