Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tajani-chi-e-il-nuovo-presidente-del-Parlamento-europeo-035262fe-57dd-429c-9d11-f151ec1e17ec.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Tajani, chi è il nuovo presidente del Parlamento europeo

Condividi
Antonio Tajani è un europeista convinto, tra Strasburgo e Bruxelles ha trascorso praticamente tutta la sua vita politica, e ne conosce a fondo vizi e virtù. Eletto per la prima volta al Parlamento Ue nel 1994 non ha più lasciato le istituzioni continentali, sempre nelle file del Partito popolare europeo, sebbene sia sempre stato un elemento di primo piano del centrodestra italiano. Tra i fondatori di Forza Italia, nel suo curriculum può vantare esperienze di alto livello, tra le quali quella di commissario europeo ai Trasporti dal 2008 al 2010 e successivamente commissario Ue per l'Industria e l'Imprenditoria, durante gli anni di presidenza di José Manuel Barroso, di cui è stato tra i 4 vice. Dal 2014 invece ha ricoperto il ruolo di vice presidente vicario del Parlamento Ue.

La vita di Tajani, però, non è stata solo politica. Romano, classe 1953, dopo il diploma al Liceo Tasso e la laurea in Giurisprudenza a "La Sapienza", ha frequentato l'Accademia dell'Aeronautica diventando ufficiale, e successivamente ha frequentato il corso di alta specializzazione in difesa aerea a Borgo Piave (Latina), per poi diventare controllore della difesa aerea presso la base radar di San Giovanni Teatino (Chieti).

Lasciata la vita militare si è dedicato al giornalismo, prima come cronista parlamentare per "Il Settimanale", poi come conduttore del Gr1 Rai e infine responsabile della redazione romana de "il Giornale", con Montanelli. "Ho fatto tesoro di ciò che mi disse Indro: 'quando scrivi devi dare eguale soddisfazione a chi non ha studiato e a chi ha la laurea'. Oggi, in qualsiasi lingua io parli, mi prefiggo la comprensibilità. E' il migliore approccio tra persone di mentalità diverse", disse in un'intervista.

Sposato e padre di due figli, Tajani in gioventù ha militato nel Fronte monarchico giovanile, movimento giovanile dell'Unione Monarchica Italiana, ma negli anni della maturità è rimasto folgorato dalla figura di Silvio Berlusconi, che lo volle al suo fianco nella famosa "discesa in campo". Nel 2001 sfidò Walter Veltroni alle elezioni Comunali per il Campidoglio, ma uscì sconfitto al ballottaggio con un onorevole 47,8%. L'anno successivo fu eletto nei 10 vice presidenti del Ppe, poi riconfermato anche nel 2006 e nel 2012. Tajani ha anche fatto parte del gruppo di lavoro della Convenzione europea, che ebbe il compito di elaborare il testo della Costituzione Ue, che però non è mai entrata in vigore.
Condividi