Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tajani-minacce-twitter-Venezuela-oppositore-regime-Lorent-Saleh-Maduro-c7188dd9-7ccc-4dc5-88e8-5c1f4bb5cb81.html | rainews/live/ | true
MONDO

Via Twitter

Minacce a Tajani dopo incontro con oppositore del Venezuela

Colloquio a Madrid tra il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani con Lorent Saleh, oppositore del Presidente del Venezuela Nicolás Maduro

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo, twitta la foto del suo incontro a Madrid con Lorent Saleh "premio Sakharov, venezuelano, oppositore di Maduro, appena liberato dopo 4 anni carcere duro" e riceve minacce di morte.

Antonio Tajani scandisce "non riconosciamo la dittatura di Caracas" e aggiunge "Venezuela libero!" stigmatizzando il regime al potere nel paese sud americano. La netta presa di posizione del presidente del Parlamento europeo riscuote molti consensi ma anche disapprovazioni.

Sul social network non sono poche le critiche che, in qualche caso, hanno assunto l'aspetto di vere e proprie minacce di morte quando qualcuno è arrivato a scrivere "hai le ore contate".

Sdegno unanime, condanna delle minacce, messaggi di solidarietà ed incoraggiamento sono arrivati al presidente del Parlamento Europeo da tutta Forza Italia, di cui Tajani è vicepresidente. 

"Le posizioni politiche sono libera espressione di ogni individuo. Tutti liberi di condividerle o meno. Ma la libertà deve essere alla base di ogni scambio di pensiero e di ogni orientamento politico. Se così non è - ha dichiarato la capogruppo di Fi alla Camera Mariastella Gelmini - succede quello è accaduto adesso, con le vergognose minacce al presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. Sostenere chi si schiera dalla parte della democrazia contro ogni regime non può rappresentare una colpa. Ad Antonio Tajani va la solidarietà mia personale e del Gruppo Parlamentare di Forza Italia alla Camera".

"Non saranno le vili minacce e intimidazioni rivolte al Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, a fermare la sua azione e il suo impegno politico e istituzionale in favore della democrazia e della libertà contro le dittature e di quei regimi che le negano - aggiunge Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato -. Gli invio anche a nome dei senatori di Forza italia la più forte e sentita solidarietà".

"Il Presidente Tajani con coraggio e lungimiranza ha ieri stigmatizzato la dittatura di Caracas dicendo che non la riconosciamo - sottolinea l'on. Gianni Sammarco, responsabile Comunicazione Forza Italia Lazio-. Egli deve continuare le sue campagne da uomo libero e non farsi intimidire dalle minacce anche di morte che gli sono arrivate via tweet immediatamente dopo aver incontrato a Madrid l'oppositore del regime venezuelano Loren Saleh. Al presidente Tajani nostro rappresentante in Europa va la mia solidarietà e dei tanti amici e militanti che lo sostengono convintamente nel Lazio".


Condividi