Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tar-del-Lazio-stop-a-ordinanza-Raggi-via-libera-a-velocipedi-48ddf72a-c108-4db1-9668-8671c90b9025.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Roma

Tar del Lazio: stop a ordinanza Raggi, via libera a centurioni e velocipedi

Giudici: permane dovere di adottare una disciplina organica

Condividi
E' sospesa l'efficacia dell'ordinanza con la quale il primo dicembre scorso il sindaco di Roma Virginia Raggi, nel regolamentare l'accesso al centro storico e nei più importanti luoghi di attrazione turistica capitolini, ha vietato "qualunque attività assimilabile al trasporto pubblico collettivo od individuale di persone, con velocipedi a tre o più ruote, anche a pedalata assistita, dotati di un motore ausiliario elettrico", disponendo la misura cautelare del sequestro amministrativo finalizzato alla confisca nel caso di non rispetto del divieto.

L'ha deciso il Tar del Lazio con un'ordinanza con la quale ha accolto le richieste della Cooperativa sociale Smart Job. A dicembre l'udienza di discussione di merito.

Il Tar, partendo dalla considerazione che "le ordinanze contingibili ed urgenti - si legge nell'ordinanza - rappresentano il rimedio approntato dall'ordinamento per far fronte a situazioni di emergenza impreviste" e ricordato che "deroghe alla normativa primaria, da parte delle autorità amministrative munite di potere di ordinanza, sono consentite solo se 'temporalmente delimitate' e, comunque, nei limiti della 'concreta situazione di fatto che si tratta di fronteggiare'", ha rilevato che "nel caso di specie, venuto meno il peculiare contesto rappresentato dall'anno giubilare, nessuno degli elementi addotti dall'amministrazione appare tale da configurare in una vera e propria 'emergenza', non altrimenti fronteggiabile, non apparendo giustificato, pertanto, il divieto, reiterato e indiscriminato, di svolgere un'attività lecita, ancorché soggetta ad autorizzazione". I giudici amministrativi, inoltre, hanno sollecitato il Comune a intervenire considerando che "permane tuttora il dovere dell'amministrazione di adottare una disciplina organica della materia".

Stop anche ordinanza divieto centurioni in centro
E' inoltre stata sospesa l'ordinanza con la quale il sindaco Raggi, il primo dicembre scorso aveva disposto, nel centro storico della Capitale, il divieto dell'attività dei centurioni. Il tribunale amministrativo ha accolto le richieste di un gruppo di centurioni romani e dell'associazione centurioni e artisti di strada.

Campidoglio: su stop a centurioni andiamo avanti
"Il divieto di esibizione di figuranti come i centurioni in prossimità dei monumenti del centro di Roma serve a preservare il decoro di questa area di pregio", "i motivi di sicurezza e decoro che sottendono l'ordinanza permangono. Per questo andremo avanti con una regolamentazione definitiva". Così in una nota l'Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale Adriano Meloni, dopo che il Tar del Lazio ha sospeso l'ordinanza contro i centurioni.

"Negli anni, purtroppo, si sono verificati numerosi episodi, documentati anche attraverso video e inchieste, in cui turisti denunciavano di essere stati maltrattati e persino taglieggiati in taluni casi". "Leggeremo con attenzione le motivazioni con cui il Tar ha accordato la sospensiva",  prosegue. "Per questo andremo avanti con una regolamentazione definitiva. Ad oggi esistono nuovi strumenti previsti dal Decreto Minniti che conferiscono ulteriori poteri ai Sindaci. Valuteremo come impiegarli per disciplinare questo specifico fenomeno, a partire dal regolamento di Polizia Urbana che è in fase di elaborazione". Sul tema è poi intervenuta con un tweet il sindaco.


Condividi