Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tav-Toninelli-a-fine-gennaio-la-risposta-definitiva-5b1df87f-ed2a-46e9-9700-ca03584ffc0a.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Il ministro dei Trasporti e Infrastrutture: "Ridiscutere integralmente l'opera"

Tav, Toninelli: a fine gennaio la risposta definitiva

Il Coordinatore della Commissione costi benefici, Ponti: "Per noi non va fatta. L’impatto sull’economia non può essere analizzato con la teoria del valore aggiunto. La decisione è politica"

Condividi
"La relazione è arrivata come bozza la stiamo vagliando, appena terminata penso fine gennaio" verrà condivisa con la Francia e poi con Bruxelles". E a quel punto arriverà la risposta definitiva sul progetto più contestato dal Movimento Cinque Stelle. "A fine gennaio arriverà il parere definitivo, dopo con la risposta di Bruxelles", ha spiegato il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli ad Agorà, il programma di Rai3.

"Nel contratto di governo - ha aggiunto - c'è scritto di ridiscutere integralmente l'opera. L'analisi giuridica è quasi completa e tutte e due vanno insieme". E ha aggiunto: questo "perché non voglio far spendere ai cittadini soldi che potrebbero essere spesi meglio".

Ponti: decisione è politica
"Noi non crediamo che la decisione debba seguire per forza l’analisi costi-benefici, che è solo uno strumento di comprensione. La decisione è politica. Come sempre. Noi misuriamo gli effetti positivi e negativi di quella spesa, non abbiamo punti di vista. Noi abbiamo numeri. Altrimenti saremmo dei cialtroni. Conta la competenza, non la terzietà". Così il professor Marco Ponti, coordinatore della Commissione costi benefici sulla Tav in un'intervista con il Corriere della sera. Il gruppo di lavoro ha dato sull'opera parere negativo:"Lei provi a pensare quanti migranti si possono salvare o quanti posti di lavoro si possono creare, con i denari della Tav", dice Ponti e sull'aspetto dell'occupazione legata alla Tav sostiene che le opere pubbliche, di posti di lavoro "ne portano pochi in rapporto alla spesa. L’impatto sull’economia non può essere analizzato con la teoria del valore aggiunto. Il moltiplicatore occupazionale per le grandi opere di ingegneria civile è basso".

"Su Autostrade andiamo avanti con nazionalizzazione"
"Stiamo andando avanti con la procedura, che ovviamente non è semplice. Ci vogliono un tot di mesi per rispettare il contraddittorio, e gli avvocati di Stato lo stanno portando avanti". È quanto ha affermato da Danilo Toninelli, rispondendo a chi gli chiedeva quando arriverà la nazionalizzazione. "La nazionalizzazione sarà una conseguenza del procedimento - ha aggiunto Toninelli - Quando arriverà? Ce lo dovranno dire gli avvocati di Stato, ci vuole un po' di pazienza. Sono tremila chilometri di autostrade su seimila. Siccome siamo persone scrupolose, lo Stato deve avere le spalle coperte quando e se arriveremo a quel passaggio".
Condividi