Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Telefono-Azzurro-e-Facebook-in-campo-contro-i-suicidi-tra-gli-adolescenti-b5ce71f5-4275-4408-b464-53a58d3b216e.html | rainews/live/ | true
TECH

Oggi la Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio

Facebook e Telefono Azzurro in campo contro i suicidi tra gli adolescenti

Presentata una guida con indicazioni pratiche per scovare i campanelli di allarme e aiutare chi è in difficoltà. Le segnalazioni si possono fare anche attraverso il social network

Facebook e Telefono Azzurro insieme contro i suicidi
Condividi
di Andrea Bettini Una serie di post particolarmente pessimistici, frasi strane e insolite, atteggiamenti anomali. Se una persona pensa di togliersi la vita, il suo comportamento sui social network può far suonare dei campanelli di allarme. Per questo, in occasione della Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio, Facebook ha deciso di lanciare insieme a Telefono Azzurro la guida “Aiuta un amico in difficoltà”.
 
Scovare i segnali sul web
L’iniziativa è mirata in particolare ad evitare gesti estremi tra i più giovani. Secondo l’International Society for Suicide Prevention, infatti, episodi di questo tipo sono tutt’altro che infrequenti: nel 2012 il suicidio era la seconda causa di morte tra le persone con età compresa tra i 15 e i 29 anni. Come indicano molti casi di cronaca, non è raro che i ragazzi che hanno questo genere di intenzioni lascino tracce dei propri pensieri, in molti casi sul web.

Consigli e indicazioni 
La guida, lanciata alcuni mesi fa negli Stati Uniti e presentata oggi nella versione italiana, è stata realizzata da Facebook in collaborazione con la Jed Foundation, la Clinton Foundation e Telefono Azzurro. È disponibile sul social network, nella sezione Centro per la Sicurezza delle Famiglie così come sul sito web e sulla pagina Facebook di Telefono Azzurro. All’interno vengono forniti consigli, sia per identificare i casi a rischio sia su come comportarsi quando si teme che un amico pensi al suicidio. Tra questi c’è anche la possibilità di inviare a Facebook una notifica relativa a contenuti che facciano supporre un pericolo di suicidio cliccando sul link “segnala” visualizzato accanto ai singoli contenuti e seguendo le successive istruzioni. Un’opzione che esiste già da anni e che verrà messa in evidenza anche con una campagna promozionale sulla pagina di Facebook Italia.

Segnalazioni monitorate 24 ore al giorno 
Ogni segnalazione proveniente dall’Italia verrà presa in carico personalmente da un membro del team di esperti della sicurezza di Facebook, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, che fornirà sia alla persona che ha inviato la notifica che a quella in difficoltà risorse informative e di contatto in italiano. Gli adolescenti che si trovano in una situazione di disagio emotivo saranno orientati verso gli strumenti informativi e di aiuto messi a disposizione da Telefono Azzurro, in particolare la linea 19696 e la chat.
 
Facebook: all'estero già sventati suicidi grazie agli utenti
“La guida è pensata in particolare per i ragazzi dai 13 ai 18 anni – dice Laura Bononcini, Head of Policy Facebook Italia – All’estero ci sono stati casi in cui una segnalazione di un utente ha permesso di prevenire un suicidio. Per quanto ci riguarda non controlliamo i profili segnalati, ma rispondiamo alle segnalazioni fornendo materiale redatto da esperti”.

Telefono Azzurro: chi è in difficoltà spesso lancia segnali 
"I social network sono ormai uno dei fronti più importanti sui quali operiamo - dice il presidente di Telefono Azzurro, Ernesto Caffo - I ragazzi sono lì e in molti casi preferiscono interagire in quel modo e con quei linguaggi. I coetanei possono essere di grande aiuto con le loro segnalazioni: chi è in difficoltà spesso lancia segnali perché qualcuno se ne accorga e faccia qualcosa".
Condividi