Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tensione-a-Gaza-capo-Jihad-ucciso-morti-razzi-lanciati-da-Striscia-esercito-invia-rinforzi-2e4f8975-503a-4b99-af33-b9aa97dbc3df.html | rainews/live/ | true
MONDO

La solidarietà dell'ambasciata italiana

Tensione a Gaza, capo Jihad ucciso, 5 morti, razzi lanciati da Striscia, esercito invia rinforzi

Un capo militare della jihad è stato ucciso in un raid di Israele, secondo cui il leader palestinese stava preparando attentati. Razzi sono stati sparati dalla Striscia, le sirene d'allarme sono risuonate fino a Tel Aviv

Sderot, Israele (AP Photo/Tsafrir Abayov)
Condividi

Altri 3 palestinesi sono rimasti uccisi negli attacchi israeliani nel nord della Striscia, seguiti al lancio di razzi verso lo Stato ebraico. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità di Gaza, riferito da fonti locali. Intanto, continua il lancio di razzi dall'enclave palestinese: ad Ashkelon, secondo i media, ne sono stati intercettati poco fa due dall'Iron Dome, il sistema di difesa antimissili. L'esercito israeliano ha ripreso quindi a colpire "obiettivi terroristici della Jihad islamica" a Gaza. Lo ha annunciato il portavoce militare.

Sale così a 10 morti (30 i feriti) il bilancio degli attacchi israeliani condotti a Gaza dalla scorsa notte. Nel numero degli uccisi sono inclusi il comandante della Jihad islamica Baha Abu al-Ata e la moglie Asma. Lo riferiscono fonti mediche locali. Gli altri uccisi sono tre miliziani, in apparenza tutti della Jihad islamica: Mohammed Hamoda (20 anni), Zaki Ghanama (25) ed Ibrahim Dabbous, di 26 anni. 

Gaza: esercito invia rinforzi a ridosso della Striscia
Israele sta rafforzando le proprie forze dislocate attorno alla striscia di Gaza. Secondo il sito Walla vengono inoltrate al confine unità di mezzi blindati, unità di fanteria e anche ufficiali della riserva. Walla aggiunge che, mentre proseguono da Gaza i lanci di razzi verso Israele, cresce la necessità di proteggere le località israeliane di frontiera da possibili infiltrazioni di commando palestinesi. 

Gaza: da martedì mattina circa 200 razzi su Israele
Circa 200 razzi sono stati sparati da Gaza verso Israele dalle prime ore della giornata. Lo ha riferito la radio militare. Gli apparati di emergenza israeliani aggiungono che in Israele i feriti sono 39, quasi tutti in condizioni non gravi.

Netanyahu, Israele non vuole escalation
"Israele non è interessato in una escalation. Faremo comunque tutto il necessario per la nostra difesa. Occorre aver pazienza e freddezza". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu al termine di una consultazione del consiglio di difesa del governo. ''Baha Abu al-Ata era il principale organizzatore di terrorismo a Gaza. Stava per organizzare nuovi attentati. Era come una 'bomba in procinto di esplodere' ". 

Ue, serve rapida de-escalation fra Israele e Gaza
"Questa mattina, Israele ha condotto un'operazione all'interno di Gaza per colpire un leader della Jihad islamica palestinese. In risposta sono stati lanciati missili da Gaza verso Israele. Il lancio di missili sulle popolazioni civili è totalmente inaccettabile e deve immediatamente cessare. Una rapida e completa de-escalation è ora necessaria per salvaguardare la vita e la sicurezza dei civili palestinesi e israeliani". Così il portavoce del servizio di azione esterna dell'Ue. 

Ambasciata italiana, solidarietà a Israele
 "Oltre 160 razzi sono stati esplosi da Gaza verso Israele da stamane, prendendo di mira i civili. Esprimiamo piena solidarietà nei confronti di Israele e la sua popolazione e una dura condanna nei confronti di questi inaccettabili attacchi continui. Ci auguriamo che la situazione possa tornare presto alla calma". Lo scrive su twitter l'Ambasciata italiana in Israele.

Condividi