Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Terrorismo-Orlando-Strumenti-efficaci-no-a-misure-straordinarie-a0451af8-f8f7-492c-9e09-ad660004b15f.html | rainews/live/ | true
POLITICA

L'intervista a Voci del Mattino, Radio Rai

Terrorismo, Orlando: "Strumenti più efficaci, no a misure straordinarie"

"Chi dice che ho annunciato maggiori controlli sulle chat e altre forme di comunicazione privata sbaglia" spiega il ministro della Giustizia  

Condividi
"Adottare misure straordinarie, come la sospensione di alcuni diritti civili, per combattere il terrorismo, penso che sia un errore". Lo ha affermato il ministro della Giustizia Andrea Orlando, intervistato a Voci del Mattino, Radio1 Rai.

"Comprendo la difficoltà del Governo francese in questo momento, però credo che il nostro dovere sia quello di rispondere a chi attacca le democrazie e lo stato di diritto con la democrazia e con lo stato di diritto. Vorrei ricordare che l'Italia, che in passato ha fronteggiato un fenomeno terroristico molto grave, non ha mai derogato al rispetto dei diritti fondamentali. E credo che questa sia una delle ragioni per cui la nostra democrazia alla fine sia uscita consolidata da quella esperienza, addirittura estendendo alcuni diritti in seguito a quella stagione. Perché i terroristi vogliono esattamente questo: una risposta di chiusura, di limitazione dei diritti, degli spazi di libertà e la costruzione di una dimensione più buia, più silenziosa, più triste, che implicitamente rappresenta la loro vittoria".

"Chi dice che ho annunciato maggiori controlli sulle chat e altre forme di comunicazione privata sbaglia - ha detto ancora il ministro - Ho solo annunciato strumenti più efficaci per realizzare i controlli, perché se abbiamo dei software che sono in grado di captare le telefonate ma non sono in grado di captare altre forme di comunicazione, siamo sostanzialmente disarmati. Questo non significa che tutti gli strumenti tecnologici saranno messi indiscriminatamente sotto controllo. Non avviene per i telefoni e non deve avvenire nemmeno per le chat e le altre forme di comunicazione sulla rete. Il punto è che quando il magistrato dispone la possibilità di fare delle intercettazioni è molto importante avere lo strumento adeguato per farle effettivamente. Purtroppo, mentre il crimine ha affinato i propri strumenti, il sistema di captazione è rimasto qualche passo indietro. Ora si tratta di riallinearlo. Forse - ha concluso il ministro Orlando intervenendo a Voci del Mattino - se questi strumenti avessero funzionato meglio, non saremmo qui a piangere i molti morti che purtroppo ci sono stati".

Il podcast della trasmissione
 
Condividi