Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Toninelli-Danilo-ponte-Genova-ponte-Morandi-commissario-ricostruzione-decreto-urgenze-autotrasportatori-convention-2018-1992e959-071f-4946-a7f3-6928ff55be56.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Decreto urgenze

Crollo ponte Morandi, Toninelli: in arrivo commissario, la città ripartirà

Il decreto sulle urgenze, approvato dal Governo, secondo il Ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture farà ripartire Genova, "non è un guscio vuoto"

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Il nome del commissario deputato alla ricostruzione di Genova si conoscerà "entro 10 giorni dalla pubblicazione" in Gazzetta Ufficiale del decreto approvato il 13 settembre in Consiglio dei Ministri. Lo ha affermato il ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, interpellato a margine della Convention Nazionale di Confartigianato Trasporti. 

II Ministro Toninelli ha poi puntualizzato che il decreto urgenze farà ripartire Genova e chi dice che è solo una "scatola vuota" dovrebbe leggerlo prima di parlare: "Io penso ai genovesi, a Genova, agli imprenditori genovesi e lascio agli altri le polemiche" ha risposto il titolare del Ministero dei Trasporti, replicando alle critiche subito arrivate al provvedimento . "Con il decreto approvato in Consiglio dei Ministri facciamo riprendere immediatamente Genova - ha sottolineato DaniloToninelli - la città si rialza in piedi, diamo la possibilità allo Stato di ricostruire il ponte ma soprattutto facciamo ripartire seriamente la città". 

Presto misure per autotrasportatori
Parlando alla platea degli autotrasportatori presenti al Congresso di Confartigianato Trasporti in svolgimento a Roma, il ministro Toninelli ha dichiarato che: "Farò di tutto per difendere la dignità degli autotrasportatori" elencando poi una serie di misure chieste dagli operatori che è pronto a fare sue per "ridare tutela" all'autotrasporto nazionale. Il titolare del ministero di Via Nomentana ha assicurato "grande impegno nei rapporti con il Mef per reperire più risorse così da aumentare l'importo delle deduzioni forfettarie per i trasporti" in attesa di una riforma fiscale "che dia sostegno ai redditi degli imprenditori più piccoli". Toninelli ha quindi promesso che lavorerà per reperire più risorse per il fondo autotrasporto, "anche se servono vincoli e paletti per evitare gli abusi". 

Danilo Toninelli ha detto di accettare la sfida del presidente di Confartigianato Trasporti Amedeo Genedani per un 'patto per l'autotrasporto italiano' con l'obiettivo di una transizione completa e sostenibile verso veicoli sicuri e tecnologicamente innovativi, per poi raggiungere la mobilità ad emissioni zero nel lungo periodo. 
 
Condividi