Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Torino-Giuliano-Soria-ex-patron-del-Grinzane-Cavour-condannato-a-8-anni-e-3-mesi-8b3de35b-26fa-46e1-935e-1e510f38bbd5.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La decisione della Corte d'Appello di Torino

Torino. Giuliano Soria, ex patron del Grinzane Cavour, condannato a 8 anni e 3 mesi

In primo grado gli erano stati inflitti 14 anni e 6 mesi. Soria è imputato per violenza sessuale e peculato. Diversi capi d'accusa caduti in prescrizione

Giuliano Soria (Ansa)
Condividi
Torino Otto anni e tre mesi di carcere. E' la condanna inflitta dalla Corte di appello di Torino a Giuliano Soria, ex patron del Premio Grinzane Cavour. L'uomo è imputato per violenza sessuale e peculato. In primo grado la pena era di 14 anni e mezzo.

La corte ha assolto Soria per alcuni capi di imputazione, per altri è, invece, intervenuta la prescrizione. Il fratello di Giuliano, Angelo Soria, è stato invece condannato per peculato a quattro anni, tre mesi e 15 giorni. Il terzo imputato, Bruno Libralon, ex direttore dell'Icif (Scuola internazionale di cucina italiana, a un anno e sette mesi). Provvisionali sono state riconosciute per le parti lese.

Per la Corte di Appello, Giuliano Soria usò a fini personali una parte dei finanziamenti diretti al premio letterario Grinzane Cavour e usò violenza al suo domestico originario dei Mauritius Nitish Dabeedin. Al di là delle prescrizioni intervenuti su alcuni episodi specifici la Corte di appello di Torino ha confermato, quindi, l'impianto accusatorio nei suoi confronti. Ma, a differenza dei giudici di primo grado ha però concesso le attenuanti generiche.

Il professore universitario era accusato di aver distratto fondi destinati al premio per 1,4 milioni di euro. Il Pg Vittorio Corsi aveva chiesto per lui in Appello una condanna a 11 anni e 9 mesi. Oltre all'interdizione perpetua dai pubblici
uffici Soria è stato anche condannato al pagamento di circa 40mila euro a favore delle parti civili. 
Condividi