Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Torino-Lione-i-No-Tav-gli-imprenditori-difendono-solo-una-ricca-commessa-827f0b00-bedc-4490-b430-196c8e62eb51.html | rainews/live/ | (none)
ECONOMIA

Il movimento replica alla manifestazione delle imprese a Torino

Torino-Lione, i No Tav: gli imprenditori difendono solo una ricca commessa

Dov'erano quando le infrastrutture son crollate?

Condividi

"Ben poco attivismo imprenditoriale si è visto quando la disoccupazione giovanile ha toccato il 40% o le infrastrutture da nord a sud sono crollate facendo vittime e feriti". A dirlo, il movimento No Tav commentando la "grande reunion di oggi alle Ogr. Non abbiamo mai visto tante sigle riunirsi in altri momenti, dall'inizio della crisi globale per rilanciare l'economia. L'alzata di scudi - dicono - c'è solo quando i ben poco intraprendenti imprenditori rischiano diperdere una ricca commessa di soldi pubblici".

"Agli imprenditori delle Ogr (dove è in corso la manifestazione 'Infrastrutture per lo sviluppo', ndr)-prosegue il Movimento No Tav - consigliamo, invece, di trovare ilmodo di fare impresa con i soldi pubblici, di rendersi conto del mondo in cui viviamo, e capiranno che la priorità non sarà mandare merci a Lione a tutta velocità, ma muoversi in maniera intelligente e pulita". Per il movimento contrario alla realizzazione dell'opera, a fronte "di dati che annunciano già una nuova grande recessione ciò che risulta sempre più evidente è che siamo davanti al canto del cigno di una classe industriale capace in questi anni di fare impresa solo con le casse dello stato, a fondo perso chiaramente, altrimenti delocalizzazione immediata".

I No Tav dicono quindi di "far fatica ad accettare lezioni da chi vorrebbe far crescere il Pil solo con finanziamenti europei. Se si vuole investire sullo sviluppo e sull'innovazione -aggiungono - generando benessere e posti di lavoro suggeriamo loro di fare due conti e farlo proprio da domani, visto che a Torino e in 11 comuni della Provincia e in tutte le regioni della pianura Padana scatterà il blocco del traffico a causa dell'inquinamento da polveri Pm10, che soffoca una vasta area del Paese con relativi effetti sulla salute". Sottolineando infine che "mentre in 20 anni Lione ha messo in servizio 30 km di metropolitana, Torino ne ha solo 13 km" concludono evidenziando che "con i soldi di 10 km di Tav se ne fanno 16 km di nuova metro".

Condividi