Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Torna-online-Butac-il-sito-contro-le-fake-news-bloccato-dai-giudici-13c6dfa9-e89d-45fc-993d-62c968ebf695.html | rainews/media/ | (none)
TECH

Decisione del Pm

Torna online Butac, il sito contro le fake news bloccato dai giudici

Dopo il sequestro disposto dalla Procura di Bologna per un articolo considerato diffamatorio che aveva portato alla querela di un oncologo

Condividi
Torna online il sito antibufale Butac.it, chiuso nei giorni scorsi in conseguenza del sequestro preventivo disposto dal Gip del Tribunale di Bologna. Il provvedimento giudiziario era stato aperto a seguito di una querela per un articolo pubblicato sul sito nel 2015, da parte di un medico oncologo pugliese. Ora resta oscurata unicamente la pagina con l'articolo in questione. A dare la notizia  l'avvocato Federico Cappelletti, che insieme alla collega Anna Maria Cesari assiste il blogger bolognese Michelangelo Coltelli, responsabile della pagina web che da anni si batte per smascherare le fake news.

"Dopo i colloqui che abbiamo avuto ieri in Procura – ha spiegato l'avvocato Federico Cappelletti - il Pubblico ministero ha disposto il dissequestro del sito. Ovviamente l'articolo considerato diffamatorio rimane oscurato. Possiamo dire che da un lato è stata ripristinata la proporzionalità e dall'altro la libertà di informazione". Il sito era stato oscurato venerdì scorso dalla Polizia postale dell'Emilia Romagna, su ordine del Gip del Tribunale di Bologna dopo la richiesta del Pm, Augusto Borghini. Tutto era partito dalla denuncia dal medico pugliese Claudio Pagliara che si era sentito diffamato dall'articolo pubblicato nel maggio del 2015 sul sito dal titolo: "L'oncologo olistico e l'autoguarigione".
Condividi