Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Treno-deragliato-la-Procura-di-Lodi-indaga-su-RFI-4faf4753-b706-40de-88f3-8bc9e781a32d.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Avrebbe violato la legge sulla responsabilità dei dipendenti

Treno deragliato: la Procura di Lodi indaga su RFI

Nominati anche i periti che dovranno svolgere una relazione sull’incidente ferroviario. Domani e mercoledì i funerali dei macchinisti morti.

Condividi
La Procura di Lodi ha iscritto nel registro degli indagati la società Rfi, nell'ambito dell'inchiesta sul deragliamento del treno Frecciarossa 1000 avvenuto, giovedì scorso, a Ospedaletto in provincia di Lodi. L'accusa è di avere violato la legge 231 del 2001 sulla responsabilità delle società, per i reati commessi dai dipendenti.
 
Nominati sempre dalla Procura di Lodi, i periti che dovranno svolgere una relazione sull’incidente. Dovranno vagliare le dichiarazioni fatte dai   cinque tecnici di Rfi, indagati, che erano intervenuti sul posto e avevano operato sullo scambio della tragedia. Interrogati, i cinque, hanno sostanzialmente confermato la versione resa da testimoni nei giorni scorsi: lo scambio era in posizione corretta. Un racconto che contrasta con gli elementi in mano alla Procura che li accusa di aver 'svolto un'attività non adeguata'.
 
Intanto sembrerebbe che a lavorare sullo scambio “sottoaccusa” sarebbero stati solo 2 tra gli operai indagati dalla Procura di Lodi. Gli altri tre indagati sarebbero stati in squadra con loro ma non avrebbero agito in prima persona sullo scambio. Questo è quanto hanno chiarito gli stessi addetti alla manutenzione.
 
Fissati per domani e mercoledì i funerali dei due macchinisti morti nell’incidente.
Condividi