Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trovati-tre-corpi-senza-vita-in-casa-a-Orvieto.-Ipotesi-omicidio-suicidio-a59c937a-d6bc-49b5-8912-4af9b4cd8002.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Indagano i carabinieri

Trovati tre corpi senza vita in casa a Orvieto. Ipotesi omicidio-suicidio

Le vittime sono padre, madre e figlia. Rinvenuto un fucile accanto all'uomo, che avrebbe ucciso le due donne prima di togliersi la vita

Condividi
Tragedia familiare a Orvieto. Un uomo, la moglie e la figlia sono stati trovati morti nella notte in un'abitazione del centro della città umbra. Secondo l'ipotesi al vaglio dei carabinieri, si sarebbe trattato di un duplice omicidio commesso dall'uomo che si sarebbe poi suicidato. Accanto al suo cadavere i militari hanno trovato un fucile da caccia.

L'abitazione si trova in vico Sant'Antonio, nel centro della città. A dare l'allarme il fratello del presunto omicida-suicida, allarmato per non riuscire a mettersi in contatto con la famiglia. L'uomo aveva 66 anni, 67 la moglie e 34 la figlia. I corpi sono stati trovati ciascuno in una stanza diversa. Le cause della tragedia sono ancora al vaglio dei carabinieri, coordinati dalla procura di Terni.  

L'uomo che avrebbe ucciso moglie e figlia per poi togliersi la vita, secondo quanto emerge, sarebbe un impiegato civile dell'Aeronautica militare che lavorava nella caserma 'Nino Bixio' di Orvieto. Prossimo alla pensione, era appassionato di caccia e deteneva regolarmente un fucile, ritrovato dai carabinieri accanto al suo corpo senza vita. Dopo aver colpito al volto moglie e figlia, in stanze diverse, avrebbe rivolto l'arma contro di sé e si sarebbe sparato alla testa.
Condividi