Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-Comincia-una-nuova-era-per-la-difesa-missilistica-71c79697-7601-4e58-b533-12d29b3b8167.html | rainews/live/ | true
MONDO

Discorso al Pentagono

Trump: "Comincia una nuova era per la difesa missilistica"

Il presidente Usa: "Anche nello spazio con nuove tecnologie contro ogni minaccia", inclusi laser e satelliti per intercettare missili nemici. Poi conferma: resteremo al 100% nella Nato, ma gli altri Paesi aumentino i fondi per la difesa

Missile Aegis (Mark Wright/Missile Defense Agency via AP)
Condividi
Una "nuova era" per la difesa missilistica degli Stati Uniti: a lanciarla è Donald Trump. Il presidente, parlando al Pentagono, ha illustrato la nuova strategia. "Abbiamo bisogno di nuove tecnologie per intercettare e distruggere ogni minaccia", ha spiegato, annunciando l'intenzione di rafforzare le difese anche dallo spazio.

La nuova strategia di difesa antimissile intende rispondere alle minacce rappresentate dai nuovi armamenti della Russia e della Cina, ma anche dell'Iran e della Corea del Nord. 

Nel documento di analisi illustrato dal presidente si parla di nuovi progetti in grado di tutelare gli Stati Uniti, in particolare dai missili ipersonici e missili Cruise della Cina e della Russia, praticamente non intercettabili una volta lanciati. Per seguirne i movimenti si progetta di ricorrere a sensori speciali, ammodernando tecnologie già dispiegate nello spazio. Il Pentagono si riserva inoltre di avviare uno studio su una nuova tecnologia antimissile - intercettori o laser - presente permanentemente in orbita.       

Nella Nato al 100% ma altri paghino di più 
Dopo le voci sull'ipotesi di un'uscita degli Usa dalla Nato, Trump ha detto che gli Stati Uniti sono pienamente impegnati nell'Alleanza Atlantica, ma ha ribadito l'esortazione agli altri paesi membri affinché paghino di più per la propria sicurezza. "Saremo con la Nato al 100%, ma come ho detto ai Paesi, devono fare un passo avanti e pagare", ha detto il presidente al Pentagono. 
Condividi